Morti in corsia, l'infermiera Laura Taroni condannata a 30 anni. Il medico-amante rinviato a giudizio

Laura Taroni, infermiera del pronto soccorso di Saronno (Varese), è stata condannata dal Tribunale di Busto Arsizio (Varese) a 30 anni, come aveva chiesto l'accusa, in abbreviato per gli omicidi del marito Massimo Guerra e della madre, Maria Rita Clerici, di cui è accusata in concorso con l'amante e medico Leonardo Cazzaniga.

LEGGI ANCHE ---> "Il marito costrinse l'infermiera ad abortire, il figlio era del medico"



Leonardo Cazzaniga, medico ed ex direttore del pronto soccorso di Saronno (Varese), è stato rinviato a giudizio dal Gip del Tribunale di Busto Arsizio (Varese) per nove morti in corsia e per l'omicidio, in concorso con l'amante infermiera Laura Taroni, del marito e della madre della donna. Cazzaniga è stato anche rinviato a giudizio per la morte del suocero di Taroni, Luciano Guerra, posizione per la quale l'infermiera è stata assolta in abbreviato, su richiesta della stessa accusa.

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Negramaro, cos'è successo al chitarrista Lele Spedicato. Il primario: «Decisive le prossime ore»
Detenuta lancia i figli dalle scale: è clinicamente morto anche il secondo bambino
Boom di furti con la bottiglietta d'acqua: lo stratagemma dei ladri per entrare senza lasciare segni
Belen Rodriguez e Iannone si sono lasciati: «Lo ha mollato lei». Il messaggio di Andrea su Instagram
Fedez guarda Temptation Island Vip con Chiara Ferragni. I commenti sconvolti sono esilaranti: «Congiuntivo Island»