Trenord, pendolari furiosi con l'azienda e con Maroni: "Siamo tornati al 2012"

Soppressioni e disagi come nel «2012 quando il sistema di trasporto ferroviario collassò». 

Giugno mese nero sui treni della Lombardia. La denuncia è del coordinamento dei comitati dei pendolari lombardi che ieri con una lettera al governatore Roberto Maroni, all'assessore ai trasporti Alessandro Sorte e all'ad di Trenord Cinzia Farisè ha espresso sconcerto rispetto ad una gestione del servizio che definisce pessima e ha chiesto chiarimenti sull'eventuale sospensione del servizio a luglio lungo alcune direttrici. 

Sott'accusa in particolare la manutenzione dei treni e la mancanza di personale viaggiante, «problemi strutturali», ai quali, secondo i pendolari, vanno imputate le cancellazioni e i ritardi dei convogli. «Le soppressioni di queste settimane avvengono a seguito di una serie inaccettabile di disservizi - scrivono nella lettera - che ricordano ai più la débâcle di dicembre 2012, tristemente famosa per essere stata una delle peggiori pagine della storia di Trenord, con la differenza che la crisi acuta di tale periodo era stata innescata dalla congiuntura di eventi tecnici e politici mentre oggi è figlia di una gestione dell'azienda dai discutibili risultati». 

Accuse che la società ha respinto con una dettagliata nota in cui ha definito «assolutamente fuori luogo oltre che diffamanate» il raffronto col 2012. E tra le altre cose ha spiegato che i disagi sono stati causati dal caldo torrido solo sulle linee dove circolano i treni più vecchi. Nessuna riduzione di personale, inoltre, ma 44 nuovi capotreni in servizio proprio da giugno. Intanto al Pirellone il M5S ha depositato un'interrogazione sulla vicenda e il Pd ha sollecitato la giunta a dare risposte serie in tema di trasporti. «Le richieste dei pendolari meritano attenzioni», è stato invece il commentato del governatore Roberto Maroni che nel merito ha lasciato nelle mani di Trenord la risposta ai pendolari.

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Outbrain
Elia Pietschmann morto a 29 anni, l'attore è volato giù dal cavalcavia con la moto
Ciao Darwin, concorrente paralizzato dopo il gioco dei rulli: «Hanno continuato il programma come nulla fosse accaduto»
Cane trafitto al collo da una freccia, salvo per miracolo: «Non è un incidente»
Estrazioni Lotto, Superenalotto e 10eLotto di oggi martedì 23 aprile 2019
Million Day, diretta estrazione di oggi martedì 23 aprile 2019: i numeri vincenti