«Zia, papà ha ucciso mamma: corri»: la telefonata del figlio 12enne dopo il femminicidio di Vincenza Angrisano

1 di 6

«Ho commesso una fesseria... venite sopra, sono stato io.... Sta qui...». Queste le parole che ha pronunciato martedì scorso nel tardo pomeriggio, Luigi Leonetti, 51 anni, di Andria, ai soccorritori del 118 che lui stesso aveva chiamato per avvisarli di aver ucciso a coltellate la moglie Vincenza Angrisano, 42 anni, nella loro abitazione a tre chilometri dalla città, sulla strada provinciale 231. È quanto si legge nell'ordinanza con cui il gip del tribunale di Trani Lucia Anna Altamura non ha convalidato il fermo di indiziato di delitto ma ha applicato la custodia cautelare in carcere per omicidio volontario, chiesta dalla Procura della Repubblica nei confronti dell'uomo, reo confesso del femminicidio.

1 di 6
Sara Buratin uccisa a coltellate, aveva 41 anni. Il cadavere scoperto dalla mamma nel cortile di casa sua
Maltempo, domani scuole chiuse a Vicenza. Allagamenti a Livorno, chiusa la linea Verona-Mantova
Burioni boccia (quasi) tutti all'esame di Microbiologia: proteste sui social
Estrazioni Lotto, Superenalotto e 10eLotto di martedì 27 febbraio 2024: numeri vincenti e quote. Nessun 6 né 5+. Centrati sei 5 da 31 mila euro
Whatsapp non funziona più dal 29 febbraio: l'elenco completo dei modelli di smartphone da "buttare"