Incidente in A14, Alessio Bevilacqua morto a 29 anni dopo 13 giorni di agonia

URBISAGLIA - Tredici giorni di agonia, poi il cuore di Alessio Bevilacqua si è fermato. È morto ieri pomeriggio a 29 anni in un letto dell’ospedale di Torrette ad Ancona il giovane coinvolto in un incidente stradale in A14 il 29 agosto scorso. Alessio Bevilacqua era nell’auto dei genitori, una Dacia Dust, e stava percorrendo il tratto tra Ancona sud e Ancona nord in direzione di Bologna quando il padre Alessio Sante, 75 anni, che era alla guida ha perso il controllo del mezzo e la macchina è diventata una scheggia impazzita. Dopo aver sfondato il guardrail il mezzo è finito al lato della carreggiata in un fosso, il giovane è stato sbalzato dall’abitacolo ed è stato ritrovato a diversi metri dall’auto.

Corto circuito e incendio in casa nella notte: morti madre e figlio, trovati a terra abbracciati

Le sue condizioni erano apparse sin da subito gravissime. Sul posto era arrivata un’eliambulanza, il ventinovenne era stato prelevato e condotto all’ospedale dorico dove i medici hanno fatto di tutto per strapparlo alla morte. La sua battaglia per la vita Alessio l’ha combattuta ora per ora per tredici lunghi giorni, poi il suo corpo non ha retto più. Ieri i medici ne hanno dichiarato la morte. Il ventinovenne da un paio di anni si era trasferito a Londra, lì viveva stabilmente e lavorava come ricercatore. Gli amici che gli erano stati vicini in questi giorni avevano sperato e pregato per lui. 

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Così Marisa ha ammazzato i due figlioletti: «Iniezione letale di potassio, come nelle esecuzioni in America»
Sottomarino inabissatosi un anno fa, individuato il relitto: a bordo 44 persone
Amanda Knox si sposa. La proposta di matrimonio del fidanzato Christopher è da brividi
Chiara Ferragni, ecco l'albero di Natale dei Ferragnez. Fedez: «Ma non è un po' presto?»
Ignazio Moser senza Cecilia Rodriguez, serata con una misteriosa ragazza bionda a Roma