Roma, ragazza di 21 anni choc: «Stuprata in sgabuzzino della discoteca Factory»

Una ragazza di 21 anni ha denunciato di essere stata violentata da tre persone in uno sgabuzzino della discoteca Factory (e non in strada come si era appreso in un primo momento) nei pressi a piazzale dello Stadio Olimpico a Roma. L'allarme è scattato nella notte tra sabato e domenica intorno alle 4. La ragazza, etiope, si è presentata il lacrime alla direzione di un locale dicendo di essere stata aggredita e abusata da tre persone. È stata portata in ospedale per gli accertamenti del caso. Sulla vicenda indagano i poliziotti della Squadra Mobile di Roma. Sul caso la procura di Roma ha aperto un fascicolo per violenza sessuale di gruppo mentre gli investigatori hanno avviato le indagini passando al setaccio le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza presenti in zona. 

LA RICOSTRUZIONE
Secondo quanto si è appreso, gli accertamenti medici hanno confermato la violenza. Grazie anche la racconto della giovane gli investigatori stanno cercando di ricostruire quanto avvenuto. La ragazza avrebbe conosciuto uno degli aggressori all'interno del locale e con lui sarebbe poi uscita all'esterno. A quel punto l'uomo è stato raggiunto da due suoi amici che hanno portato la ragazza nella rimessa dove l'hanno violentata. Alla luce delle ferite riscontate non è possibile dire se la ragazza, che vive in Italia da anni, sia stata anche picchiata. Nella zona dove è avvenuta lo stupro non ci sono telecamere e ciò complica ulteriormente il lavoro degli inquirenti per risalire all'identità degli aggressori.

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Outbrain
Sea Watch, è stallo: la comandante rischia una maximulta. Salvini: «Non sono naufraghi, pagano 3mila dollari»
Padre e figlia affogati nel Rio Grande, la foto-choc che indigna l'America
Caldo record, gli esperti: «Il giugno più torrido mai registrato». Le prime vittime dell'ondata africana
Gennaro Lillio choc: «Gli altri concorrenti? Ecco cos'è successo dopo la fine del Grande Fratello»
Laura Pausini e Biagio Antonacci, a Bari tre ore live tra hit e omaggi