No Green pass al Circo Massimo, donne regalano rose agli agenti: «Gesto di pacificazione nazionale»

E' iniziata con un «gesto di pacificazione» la manifestazione no Green pass organizzata da i «Custodi della Costituzione» guidati dall'avvocato Edoardo Polacco, a Roma nell’area del Circo Massimo. Un gruppo di donne ha sfilato verso le forze dell’ordine consegnando agli agenti un fiore: rose gialle, bianche e rosa. Ringraziandoli tra gli applausi «per il lavoro che svolgete per noi». Il gesto è stato annunciato dagli organizzatori che invitando «solo le donne» ad andare verso la polizia hanno detto al microfono che si trattava di «un gesto di pacificazione nazionale. Noi siamo per la pace, noi siamo il popolo, noi siamo la democrazia».

 

Leggi anche > «Ricordati di piazzale Loreto»: scritte fuori dal comitato Michetti. La solidarietà di Gualtieri e Virginia Raggi

 

«Il nostro Green pass è la costituzione». A dirlo alcuni manifestanti a Circo Massimo per il sit-in contro il certificato verde obbligatorio da oggi sul lavoro. «No green pass. Vergogna, a casa» si legge su uno striscione. E c'è chi rivolgendosi ai cronisti dice: «Avete perso il senso critico. Il fascismo è nella stampa. Fate propaganda di Stato». «Non siamo violenti - dice una manifestamte -. Siamo cittadini onesti ed eravamo a piazza del Popolo per i nostri diritti». Mentre un altro insiste: «Questo Covid non esiste. Li hanno ammazzati con la Tachipirina e la vigile attesa. La colpa è del 'Sistema Speranza'». E' stata anche mostrata una foto di Giuseppe De Donno, il medico di Mantova morto suicida nei mesi scorsi.

 

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Auto travolge monopattino: morto un uomo di 48 anni. IL VIDEO
Grande Fratello Vip: ecco chi abbandonerà la casa il 13 dicembre
Covid a scuola, il dietrofront: «Niente dad per tutta la classe, da casa solo il positivo»
Estrazioni Lotto e Superenalotto di martedì 30 novembre 2021: i numeri vincenti e le quote
Michigan, strage in una scuola superiore: 15enne spara e uccide tre studenti, sei i feriti