Famiglia voleva solo sangue no-vax: il bimbo è stato operato

Famiglia voleva solo sangue no-vax: il bimbo è stato operato

Sembra essere finita nel migliore dei modi la vicenda del bimbo di due anni che aspettava di essere operato ma la cui famiglia non voleva per lui trasfusioni con sangue di donatori vaccinati contro il Covid-19. Il bambino, cardiopatico, è stato operato martedì al Sant'Orsola di Bologna: il piccolo era finito al centro di uno scontro legale tra l'ospedale e la famiglia, residente nel Modenese, che per sottoporre il piccolo all'intervento voleva solo il sangue di no-vax.

 

Il virologo Crisanti compra una villa del '600 per quasi 2 milioni di euro: «Ospiteremo eventi»

 

Il giudice tutelare di Modena aveva accolto il ricorso del Policlinico, dicendo che il piccolo doveva essere operato e che c'era la garanzia di sicurezza nel sangue, qualunque fosse la provenienza. La notizia dell'intervento di cardiochirurgia pediatrica è riportata dal Resto del Carlino e trova conferme in ambienti sanitari. Ai genitori, inoltre, dopo un intervento della Procura per i minorenni di Bologna, era stata provvisoriamente sospesa dal tribunale la potestà genitoriale.

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Listeria anche nei tramezzini al salmone: «Non mangiateli». Ecco marchio e lotto ritirati dal mercato
Mosca minaccia: «Le armi Usa a Kiev avvicinano una guerra tra Russia e Nato»
Bimba morta di stenti, Alessia Pifferi picchiata in carcere: l'aggressione «l'unica volta in cui non era isolata»
Estrazioni Lotto, Superenalotto e 10eLotto di martedì 4 ottobre 2022: i numeri vincenti di oggi
Inter-Barcellona 1-0, le pagelle: Calhanoglu decisivo, De Vrij annulla Lewandowski