Torino, studentessa morta trascinata dal treno. Il prof: «Era una ragazza dolcissima»

«Era mia allieva da due anni, la ricordo come una ragazzina molto dolce anche se ancora non riesco a parlare al passato, quello che è successo mi pare impossibile». Così all'Adnkronos Massimo Brusa, insegnante di matematica del liceo musicale 'Lagrangia' di Vercelli, frequentato da Beatrice I., la 15enne morta questa mattina alla stazione ferroviaria di Torino Porta Susa, dopo essere caduta sotto il treno regionale Torino-Milano.
 
«Ogni mattina - racconta ancora l'insegnante - insieme ad altri ragazzi provenienti da Torino e provincia prendeva il treno per venire a Vercelli a frequentare il nostro liceo. Erano sempre in gruppo e si facevano compagnia sia lungo in viaggio, sia nel percorso che dalla stazione porta alla scuola».

Beatrice, 15 anni, uccisa dal treno. Gli amici sotto choc

A dare la notizia della tragedia ai compagni della ragazzina è stato il dirigente del liceo, Giuseppe Graziano, che, appreso dell'accaduto, ha riunito gli studenti in aula magna per informarli. Intanto, sono ancora in corso i rilievi della polizia ferroviaria per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente sia attraverso le testimonianze dei ragazzi che si trovavano con la vittima al momento della tragedia, sia attraverso le immagini delle telecamere di sicurezza della stazione. 

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Blitz contro i Casamonica, maxi operazione in corso: 800 agenti, sequestrate otto villette del clan. Trovata della droga. Presente la sindaca Raggi e il ministro Salvini
Nubifragio sulla Reggia di Caserta: dalla facciata cade capitello
Instagram e Facebook down: cosa sta succedendo ora Mappa
Grande Fratello Vip 2018, Enrico Silvestrin accusa Ilary Blasi: Non mi hanno microfonato. Ma fa una figuraccia
Chiara Ferragni nuda in bagno: il completino sexy mostra un po' più del dovuto