Barbara Fettolini, mamma tamponata in autostrada scende dall'auto: travolta e uccisa davanti alle figlie di 5 anni e pochi mesi

Barbara Fettolini è scesa dalla propria auto per cercare di mettere al sicuro le due figlie dopo essere stata coinvolta in un incidente sulla A8, ma in quel momento è stata travolta e uccisa da un'altra vetture che sopraggiungeva. È morta così, davanti alle sue bimbe, una donna di 38 anni residente a Sesto San Giovanni (Milano), a un chilometro dal casello di ingresso a Milano.

La donna stava tentando di attraversare la carreggiata autostradale per mettere in salvo le sue bambine subito dopo un incidente. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia Stradale di Busto Arsizio e dalla sottosezione di Olgiate Olona (Varese), la signora stava viaggiando sulla sulla A8 in direzione Milano sulla quarta corsia e mentre si trovava in corrispondenza dello svincolo per la tangenziale Ovest, l'auto guidata da una donna l'ha tamponata. 
 
Pochi minuti dopo è sopraggiunta una terza auto ma fortunatamente chi era al volante è riuscito a frenare. La 38enne e l'altra automobilista sono scese dalle rispettive automobili, così come i due uomini a bordo della terza macchina, e hanno tentato di attraversare la carreggiata. In quel momento è però arrivata una quarta auto che ha travolto le due donne: per Barbara Fettolini non c'è stato nulla da fare mentre l'altra donna è stata trasportata all'ospedale di Niguarda dove ha subito l'amputazione di una gamba. Illesi le figlie della vittima, una di cinque anni e l'altra di pochi mesi, e gli altri due uomini coinvolti. Sull'incidente sono in corso indagini.
 

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Outbrain
Atene, forte scossa di terremoto 5.3: panico in città, gente in strada e blackout telefonici Video
Preso a bastonate e soffocato: 57enne ucciso nella notte da due donne. «Lo abbiamo fatto per difenderci»
Swami, muore a 17 anni durante le vacanze in Grecia: è la figlia dell'ex portiere del Chievo
Estrazioni Lotto e Superenalotto di giovedì 18 luglio 2019: i numeri vincenti
Marchini: «Con la cucina che conquista ho rimorchiato mia moglie»