L’Infanzia di Eva Grimaldi: “Dislessica e balbuziente. Cresciuta con i pacchi della Caritas”

Un passato non troppo facile per Eva Grimaldi. L’attrice, sposata da poco con la fidanzata Imma Battaglia con le nozze organizzate dal wedding planner Enzo Miccio, ha raccontato la sua infanzia, dalle difficoltà per la balbuzie e la dislessia ai problemi economici.

Leggi anche > Miriam Leone cambia look e diventa bionda: «Una nuova me»

Nonostante questo ha comunque un ricordo felice della sua giovinezza: “Ho avuto un'infanzia bella, a Verona, anche se a scuola ho frequentato classi speciali. Ero dislessica e balbuziente – ha raccontato in un’intervista a “F” -  Lo sono diventata con uno spavento a sei anni quando, rientrando in casa, un aereo è passato a bassa quota sopra la mia testa. Mia mamma mi portò da una logopedista e mi mise in una scuola privata. Per pagare la retta faceva le pulizie alle suore gratis”.

A volte la sua famiglia è dovuta ricorrere a un aiuto: “Sono cresciuta con i pacchi della Caritas. Non è stato facile ma mi rifugiavo nel mio mondo, giocavo con le bambole senza braccia e occhi che mi arrivavano con i pacchi Caritas, ma per me erano bellissime. Mi mettevo davanti allo specchio con una spazzola e mi trasformavo, imitando le cantanti famose”.

 

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Codogno, il pronto soccorso riapre dopo oltre 3 mesi: e arriva il primo paziente sospetto Covid
L'Austria riapre all'Italia dal 15 giugno: «Ma solo dalle regioni sane». Schiaffo alla Lombardia
Maddie McCann, una svolta nelle indagini riapre il caso: «L'uomo che potrebbe averla uccisa è in carcere»
Il virologo Crisanti: «L'Austria fa bene a non aprire all'Italia». E lancia una frecciatina a Zangrillo
Reddito emergenza, tetto di 840 euro al mese. Ecco come funziona