Michigan, strage in una scuola superiore: 15enne spara e uccide tre studenti, sei i feriti

Michigan, sparatoria in una scuola superiore: tre studenti uccisi e sei persone ferite, tra cui un'insegnante

Tre studenti sono stati uccisi e altre sei persone sono rimaste ferite in una scuola superiore del Michigan, negli Stati Uniti. Sparatoria alla Oxford Hight School, a nord della cittadina americana (40 miglia da Detroit) dove un ragazzo di 15 anni ha aperto il fuoco su studenti e insegnanti.

A riportare la notizia l'emittente giornalistica Abc che ha consultato anche le autorità locali. L'autore della sparatoria è stato arrestato. «Tra i feriti risulterebbe anche un'insegnante», ha precisato l'ufficio dello sceriffo della contea di Oakland. Rinvenuta e e recuperata anche l'arma della strage, una pistola.

California, 4 bambini sotto i 12 anni e la mamma uccisi a colpi di arma da fuoco: il padre si consegna

Wisconsin, auto sulla folla: fermato rapper pregiudicato di 39 anni, è suo il Suv della strage

 

Il presunto killer è stato fermato dalla polizia. I motivi dietro al gesto folle del teenager non sono ancora chiari e le autorità stanno indagando. L'allerta è scattata poco prima delle 13 ora locale, quando una pioggia di telefonate ha invaso il centralino del 911, il 113 americano. La polizia è arrivata in pochi minuti e, secondo quanto riferito, ha bloccato il killer strappandogli la sua pistola semiautomatica con la quale, comunque, era riuscito già a sparare numerosi colpi.

«Gli agenti lo hanno affrontato: aveva con sé un'arma ma non ha opposto resistenza e ora è sotto custodia», ha detto il vicesceriffo della contea di Oakland, Mike McCabe senza diffondere i nomi delle vittime. Il ragazzo-killer ha invocato il suo diritto a non parlare e ha chiesto un avvocato, ha aggiunto McCabe. La polizia è impegnata ora a passare al setaccio la scuola per cercare eventuali altre vittime e raccogliere prove che le consentano di chiarire l'accaduto: al momento si ritiene che il 15enne abbia agito da solo.

La scuola, posta subito in lockdown non appena scattato l'allarme, ha ora riaperto consentendo agli studenti di ricongiungersi con i genitori. «Sono scioccato e devastato», ha raccontato a caldo ai media americani Tim Throne, il sovrintendente delle scuole della comunità di Oxford, riferendo di non essere a conoscenza dei nomi delle vittime e di non sapere se le loro famiglie sono state allertate. «Sono stati minuti di caos», hanno raccontato alcuni studenti del liceo con i media locali, senza nascondere la loro paura ma definendosi preparati per un circostanza del genere viste le varie esercitazioni condotte dalla scuola.

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Pass per ritirare la pensione, Draghi firma il Dpcm: non servirà al supermarket solo per beni essenziali TUTTE LE NOVITA'
Medico ucciso da una pallottola vagante: muore a 31 anni mentre è a letto
Roma, tre vigili urbani nei guai: intascavano i soldi delle multe pagate in contanti dagli automobilisti
Luana D'Orazio, morta sul lavoro: dall'Inail 166mila euro di risarcimento alla famiglia
Malore fatale a 38 anni: Daniele era il figlio della sensitiva Rosemary