Ecco quali sono i paesi più pigri e quelli più attivi al mondo: lo rivela l'Oms

Vi siete mai chiesti quali siano i paesi più pigri del mondo, ovvero quelli in cui la maggior parte della popolazione non svolge alcun tipo di attività fisica? Uno studio condotto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità su quasi due milioni di persone in 168 diversi paesi di tutti i continenti finalmente lo ha svelato, con risultati anche abbastanza sorprendenti.

Videogiochi, la dipendenza è una malattia mentale per Oms

«Tedeschi pigri, italiani stakanovisti». Lavoro, l'Ocse smentisce tutti i pregiudizi



Negli Stati Uniti, sempre alle prese con un'obesità molto diffusa tra la popolazione, la percentuale di persone che fanno costantemente attività fisica è in crescita negli ultimi anni, e forse è anche per questo che la patria dei fast-food non compare nella classifica se non al 143° posto. Lo studio commissionato dall'Oms, pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet Global Health, si è svolto con la somministrazione di alcuni questionari d'indagine sulle attività fisiche e sportive svolte dagli intervistati.

I risultati complessivi dello studio, iniziato nel 2016, hanno mostrato che un quarto della popolazione mondiale adulta, quasi un miliardo e mezzo di persone, non fa abbastanza attività fisica, con possibili rischi di malattie legate all'inattività, compresi alcuni tipi di diabete e cancro. A parlarne è anche il portale IFLScience.

I criteri per stabilire l'attività dell'individuo erano questi: fare almeno 75 minuti a settimana di esercizio fisico vigoroso o 150 minuti di esercizio moderato. Con questi criteri, quindi, l'indagine dell'Oms ha quindi dato al Kuwait il poco invidiabile primato di paese più pigro al mondo, seguito dalle Samoa Americane, l'Arabia Saudita, l'Iraq e il Brasile.

Questa la classifica dei paesi più pigri al mondo secondo l'Oms:
1) Kuwait (67% della popolazione che non fa abbastanza attività fisica)
2) Samoa Americane (53.4%)
3) Arabia Saudita (53%)
4) Iraq (52%)
5) Brasile (47%)
6) Costa Rica (46.1%)
7) Cipro (44.4 %)
8) Suriname (44.4%)
9) Colombia (44%)
10) Isole Marshall (43.5%)

Ecco, invece, quali sono i paesi più attivi al mondo, sempre secondo lo studio dell'Oms:
1) Uganda (5.5%)
2) Mozambico (5.6%)
3) Lesotho (6.3%)
4) Tanzania (6.5%)
5) Niue (6.9%)
6) Vanuatu (8%)
7) Togo (9.8%)
8) Cambogia (10.5%)
9) Birmania (10.7%)
10) Tokelau (11.1%)

L'Oms, pubblicando i risultati, ha poi lanciato alcuni dati allarmanti: gli sforzi per ridurre del 10% l'inattività fisica a livello globale entro il 2025 sembrano un miraggio, l'attività fisica è minore nei paesi più poveri e più diffusa tra gli uomini rispetto alle donne. Un appello, quindi, ai governi di tutti gli stati del mondo.

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Lo sposo scappa con i soldi delle buste: scoppia la rissa al matrimonio
Trapianto di faccia, uno dei medici dell'equipe è un precario che guadagna 2 mila euro lordi al mese
Nadia Toffa: «Il cancro è un dono, tutti possono sconfiggerlo». Scoppia la polemica
Scontro tra due bus all'uscita da scuola: morto un 14enne. Il "botto" e le urla in un video su Instagram
Grande Fratello Vip 2018, prima puntata: in dieci vanno al televoto, è record