Elefantina morta in uno zoo in Thailandia: costretta a ballare con le zampe spezzate

Dumbo, l'elefantina costretta a esibirsi in uno zoo di Phuket, in Thailandia, nonostante l'evidente stato di cattiva salute, è morta. Il cucciolo di elefante, ridotto pelle e ossa, era forzato a ballare e suonare strumenti musicali, oltre ad esibirsi in acrobazie per intrattenere i turisti. Il suo stato di salute aveva preoccupato l'associazione in difesa degli animali Moving Animals, che aveva lanciato una petizione affinché Dumbo potesse ritirarsi in un santuario per animali e smettere di soffrire.

Torero asciuga le lacrime al toro poi lo uccide: «Solo una mente perversa fa così»

L'appello aveva raggiunto oltre 223mila firmatari, ma a nulla è valso e Dumbo ha continuato ad esibirsi fino a quando le zampe posteriori non hanno più retto il suo stesso peso e si sono spezzate. Solo tre giorni dopo il personale dello zoo si è accorto della frattura e la ha affidata a delle cure specifiche, ma era ormai troppo tardi: Dumbo era indebolita da un'infezione del tratto digestivo e nessuna cura è stata sufficiente.

 

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Outbrain
Meteo, super caldo: arriva l'anticiclone africano, temperature sopra la media
Lite fra nipote e zia al volante in autostrada: lei muore, lui grave e indagato
Million Day, estrazione di domenica 16 giugno 2019: tutti i numeri vincenti
Terremoto in Friuli, nuova scossa: epicentro a Tolmezzo, paura tra la gente
Royal Baby Sussex, Harry pubblica la prima foto del viso di Archie