Santorini, le 7 cose da fare (e vedere) sull'isola greca
di Eleonora Giovinazzo

Santorini, le 7 cose da fare (e vedere) sull'isola greca

Villaggi pittoreschi e casette bianche a picco sul mare blu. Santorini è una meraviglia delle Cicladi che ogni anno attira e accoglie tantissimi viaggiatori. Si tratta dell’isola più meridionale dell’arcipelago nel mare Egeo. Il nome Santorino, per corruzione di Sant’Erini, fu scelto dai Veneziani in onore di Santa Irene, martire del 304 alla quale venne dedicata la basilica di Perissa. Santorini è un’isola vulcanica, originariamente circolare, con una laguna marina interna e un ampio cratere, posto circa 20 km a sud-ovest dalla costa interna proprio al centro della laguna. 

Santorini, emerso in età preistorica, costituisce l'orlo orientale di un antico cratere invaso dal mare nel II millennio a.C. a seguito di un'eruzione a carattere esplosivo i cui racconti sono giunti a noi attraverso Platone. L'ampia baia a forma di mezzaluna che ne deriva (la Caldera) è fronteggiata da un gruppo di isolotti vulcanici costituiti dai deflussi lavici delle varie eruzioni, i cui nomi sono: Thirassia, Aspronesi, Mikrà Kameni, Palea  Kameni e Nea  Kameni.

In questa magnifica perla nel cuore dell’Egeo le cose da fare e da vedere sono tantissime. Scopriamone insieme sette

1. Affacciarsi alla caldera. Tutto ruota attorno ai sui panorami, alle cene e ai cocktail a strapiombo. Il panorama affacciandosi alla caldera è qualcosa di unico. Ci si può affacciare dal capoluogo, Fira, o da Oia, il paese più a nord. Ma è meraviglioso anche da Imerovigli e dal promontorio di Skaros. 
 

2. Ammirare i tramonti. Santorini è celebre per i suoi tramonti, da ammirare in barca o dalle varie località. Il tramonto a Oia è qualcosa di eccezionale, tra i suoi vicoli e la cupola blu più fotografata del mondo; lo stesso vale per Firo o Imerovgli. Da qualsiasi punto si guardi, lo spettacolo è assicurato.  
 
 

#santoroni #cicladi #oia #sunset #tramontooia #tramontosantorini #tramonto

Un post condiviso da Marco Marchiaro (@marcomarchiaro) in data:



3. Scoprire le spiagge. Tra le più famose ci sono sicuramente quella di Perissa, con la sabbia nera vulcanica e la sua esposizione ai venti che la rende perfetta per gli sport acquatici; Kamari e la Red Beach, con la sua sabbia dal colore rosso-nero avvolta dalle pareti rocciose. Altre spiagge più remote sono quelle di Vlychada, con scogliera di tufo e paesaggio lunare e la spiaggia Coloumbos, con la sua sabbia e i suoi ciottoli neri. 
 
 

Found this beautiful beach today #vlichadabeach #volcanicbeach #i❤️greece #ownprivatebeach 🏊

Un post condiviso da Warren Webley (@warrenwebleymd) in data:



4. Visitare i siti archeologici. Non perdetevi il sito archeologico di Akrotiri, antica città minoica sepolta dalle ceneri vulcaniche durante l’eruzione del 1613 a.C. Le rovine paleolitiche sono i resti di questa città preistorica di 300mila abitanti la cui composizione urbana è rimasta immobilizzata. C’è poi il sito archeologico di Antica Thera. Le rovine archeologiche sono situate sull’altura del Mèssa Vounò. Nel Museo Archeologico di Fira sono inoltre conservati molti reperti ritrovati durante gli scavi: dagli affreschi ai vasi e molto altro. 
 

5. Lasciarsi incantare dalla libreria di Oia, Atlantis Books. Si tratta di una libreria aperta da Oliver e Craig, due viaggiatori che nel 2002 avevano finito i propri libri, scoprendo che sull’isola non c’erano librerie. Secondo Jeremy Mercer del Guardian si tratta di una delle 10 librerie più belle del mondo, con i suoi libri in lingue diverse e gli aforismi sulle pareti. 
 

6. Visitare i paesini e fare escursioni. Ogni borgo di Santorini è una perla da visitare e in cui divertirsi la sera. Da Fira a Oia, da Imerovigli a Pyrgos. Lasciatevi incantare dall’escursione in barca alle isolette di Paliá Kaméni, Néa Kaméni e Thirassia. Paliá Kaméni è nota per gli Hot Springs: le sorgenti d’acqua sulfurea a temperature elevate. Lasciatevi tentare dal trekking: il percorso da Fira a Oia, lungo 12 km sull’orlo del vulcano, è incantevole.
 
 

Pyrgos, petit village authentique 🔝#pyrgos #roadtripgreece #santorini

Un post condiviso da Laetitia 🌵 (@laetitiadae) in data:



7. Assaporare i piatti tipici. Dalla Tzatziki (salsa a base di yogurt, cetrioli ed aglio) alla Feta (celebre formaggio greco), dalla Pita (il pane tradizionale) alla Messakà (una specialità simile alla parmigiana), dalle Domatokeftedes (polpette/frittelle di pomodoro) alla Gemistà (pomodori e peperoni ripieni di riso). Godetevi la cucina del posto.
 
Lunedì 17 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 18-07-2017 14:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME