Torna la Social Media Week: edizione dedicata a macchine e futuro della comunicazione
di Alessio Caprodossi

Torna la Social Media Week: edizione dedicata a macchine e futuro della comunicazione

Fermarsi a riflettere sull'impatto che digitale, innovazione e social media hanno generato e genereranno sulle nostre vite. Nasce per questo la Social Media Week, che torna a Milano da domani a venerdì presso il coWorking Space in Via Calabiana per analizzare le tante sfumature del tema di quest'anno: «Linguaggio e macchine: algoritmi e il futuro della comunicazione». Le risposte arriveranno dai 107 speaker che interverranno nei 74 appuntamenti in programma, mentre in contemporanea l'argomento sarà declinato anche a Los Angeles e Città del Messico. Il format della SMW coinvolge infatti nel corso dell'anno 25 città sparse in 5 continenti e, in Italia, a settembre si replicherà a Roma. 

Organizzata da Business International con il patrocinio del Comune di Milano e con Leggo media partner, l'appuntamento offre un quadro sulle molte anime del digitale: dagli sviluppi dell'intelligenza artificiale al lato oscuro dei social (fake news e simili), dalla realtà virtuale alle nuove frontiere del design, passando per makers, umorismo 2.0, robotica, la convergenza auto-tecnologia, la decentralizzazione del sistema bancario con le monete virtuali e poi le peculiarità dei Millennials e i nuovi paradigmi del marketing tra storyteller e influence.

Tra i momenti più attesi, due vanno in scena nel giorno del debutto. Nel panel Mixed Reality per il turismo, il professore di web marketing turistico Maurizio Goetz racconterà l'importanza assunta dalle icone e dalla narrazione nelle esperienze turistiche odierne che vanno oltre la vista e attivano tutti i sensi; in Natural Born Mobile, invece, la co-fondatrice di Tok.tv Emanuela Zaccone illustrerà perché smartphone e social media sono mezzi che potenzialmente permettono a tutti di immortalare e produrre contenuti, finendo per essere protagonisti dell'informazione e dell'intrattenimento. Altro tema discusso è il ricorso delle aziende agli influencer - personaggi nati e diventati famosi grazie al web - che sono le figure più efficaci per catturare l'attenzione di giovani e adulti: se ne parlerà con l'esempio e il successo della campagna #inLombardia365.
Lunedì 12 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 11:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME