Addio al pin, lo shopping online 
​si pagherà con un selfie
di Alessio Caprodossi

Addio al pin, lo shopping online
si pagherà con un selfie

Il selfie entra nella storia e non perché è entrata di diritto nell’Oxford Dictionary, il vocabolario più popolare al mondo, bensì perché rivoluziona il settore dei pagamenti online. A scommetterci è MasterCard, che al Mobile World ha annunciato la novità: basta un autoscatto per un acquisto online effettuato con carte di credito legate alla società.

Un’azione immediata, sicura e per molti anche divertente da eseguire con telefono, tablet e computer, che all’inizio sarà un’alternativa alle consuete password ma che col tempo finirà per sostituire il ricorso a Pin e soluzioni alfanumeriche. Se i più giovani sono abituati a fissare l’obiettivo dello smartphone, anche gli adulti più scettici potranno trovare sollievo dalla soluzione, che cancella l’obbligo di ricordare o appuntare da qualche parte l’elenco delle parole chiave per accedere ai vari servizi digitali.

Rinfrancati dalla diffusione dei vari portafogli virtuali (come Android Pay, MasterPass, Samsung Pay e Apple Pay) descritta nello studio Prime Research presentato ieri a Barcellona, MasterCard cala la carta del selfie partendo dagli ottimi risultati ottenuti nei test realizzati in Usa e nei Paesi Bassi, dove otto persone su dieci ha preferito la via biometrica aggiungendo soddisfazione per la nuova opportunità.

La sorpresa è che il servizio partirà in estate in dodici paesi, tra i quali è inclusa l’Italia. Come sempre quando si parla di pagamenti in rete scatta l’ansia sicurezza, annullata con un ribaltamento di campo: “Il problema semmai sono le password, perché quelle più utilizzate sono troppo semplici (123456 è la più usata in assoluto, nda) e agevolano i furti d’identità dei truffatori online”, ha osservato giustamente Ajay Bhalla, capo del reparto sicurezza di MasterCard. 
Mercoledì 24 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 08:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME