Arriva l'app che ti aiuta a trovare la toilette
privata più vicina
di Sabrina Quartieri

Arriva l'app che ti aiuta a trovare la toilette
privata più vicina

Sei in fila per il bagno ma proprio non ce la fai più a resistere? Niente paura, prendi lo smartphone e scarica Airpnp.





E' la nuova applicazione per scegliere la

toilette che fa per te, vicina, pulita e confortevole. Come si legge sul Daily Mail, con pochi soldi e ovunque ci si trovi, è possibile infatti affittare servizi igienici garantiti in appartamenti privati, aziende e persino nelle chiese. Una novità che potrebbe sembrare strana, ma che nasce da una vera esigenza, dare un'alternativa al fatto che spesso i bagni pubblici in città sono scarsi, lontani e il più delle volte inutilizzabili, perché maleodoranti e sporchi.



L’idea della nuova app, infatti è nata proprio in una situazione del genere. I fondatori, Travis Laurendine e Max Gaudin, americani di New Orleans, hanno deciso di lanciare l’applicazione a febbraio dello scorso anno durante l’evento più importante di Carnevale della loro città, il Mardi Gras. I due si erano resi conto delle difficoltà dei turisti nel trovare un posto dove urinare legalmente. Farlo in luoghi di fortuna poteva infatti costare caro, con il rischio di finire persino in carcere. Così è stata creata la app.



Uno strumento rivoluzionario che ha avuto subito un gran successo, con circa 40 tra case, locali e chiese iscritti per offrire la loro toilette privata e tanti utenti che hanno scelto di usufruirne.



Su Airpnp si trova di tutto. Dall’annuncio più invitante, che consiglia di vivere l’esperienza del bagno al trentesimo piano di un grattacielo, sperimentando di fare pipì tra le nuvole, a quello più semplice e diretto, che al costo di un euro garantisce un ambiente pulito e riservato. Primo obiettivo del team di New Orleans, assicurare la privacy al fruitore del servizio. Allo stesso tempo, chi decide di mettere in affitto la propria toilette, può sentirsi sicuro. Tra le novità introdotte nel sistema c’è infatti quella che l’indirizzo del bagno viene comunicato solo una volta che il cliente abbia effettuato il pagamento. Un'altra miglioria apportata riguarda poi la possibilità, per chi ha comprato il servizio, di assegnare un punteggio alla personale esperienza.



Al momento la app viene usata molto a New Orleans e ad Anversa, in Belgio. Ma anche Londra, soprattutto nella City, risulta essere sempre più attiva. La maggior parte delle opzioni che si trovano riguardano strutture universitarie messe a disposizione dagli studenti che ci vivono.



Recentemente il New York Post ha fatto una ricerca su Airpnp, per capire quanto sia attiva in questo business la Grande Mela e ha trovato un’ampia scelta di indirizzi privati. Dopo aver risposto ad un annuncio su una toilette molto accogliente di Brooklyn, nello studio di design OrangeYouGlad, il Post ha fatto sapere che, sebbene il bagno non fosse particolarmente pulito, metteva a disposizione una pila di riviste da sfogliare, uno spray con una profumatissima fragranza e un buon sapone per le mani. “Se ti trovi a camminare per le vie di New York, sai che è pieno di toilettes ma fino ad oggi non le potevi usare, perché sono private. D’ora in poi - spiega al Post il fondatore dell’app Laurendine - basta avere un cellulare per verificare in tempo reale, grazie ad Airpnp, se il bagno più vicino a te sia disponibile. Il proprietario riceve la chiamata e decide se affittarti o meno la sua proprietà”.
Lunedì 26 Gennaio 2015 - Ultimo aggiornamento: 10:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME