Ritorno a scuola, prezzi a confronto: le possibilità di risparmio

Ritorno a scuola, prezzi a confronto: le possibilità di risparmio

Entro la metà di settembre gli studenti italiani ricominceranno la scuola. Per i genitori questo periodo è quindi caratterizzato da una serie di spese da affrontare per il corredo scolastico del ritorno in aula. L’investimento per il “back to school” è una voce significativa per il bilancio di molte famiglie in tutto il paese. Il portale internazionale per la comparazione prezzi degli acquisti online Idealo ha analizzato i prezzi dei principali prodotti scolastici, fornendo indicazioni sulla spesa media per i primi tempi e facendo una serie di attenti confronti per capire se, dove e come è possibile risparmiare.

Secondo l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori il costo del materiale scolastico (compresi i ricambi), registra quest’anno un aumento medio del +0,7% rispetto al 2016. Per venire incontro alle esigenze di risparmio degli italiano, anche alla luce di questi aumenti, idealo ha stimato il prezzo medio online di un kit base per affrontare il mese di Settembre, perfetto per il “back to school” di un alunno delle scuole elementari: si può spendere intorno ai 160 euro per un set-tipo, composto da uno zaino, un diario per l’anno scolastico 2017-2018, un astuccio, un set di 5 penne a sfera, una confezione da 12 di matite colorate insieme a una gomma, un righello e un paio di forbici, senza dimenticare un blocco da disegno, 6 quadernoni e alcuni extra, come una maglia e un paio di pantaloni sportivi, una borraccia e un ombrello.

Nel confronto tra i dati di Federconsumatori (i prezzi medi dei vari prodotti a seconda del canale di vendita - supermercati/ipermercati, da un lato, e cartolibrerie, dall’altro), e la media dei prezzi che si può trovare nelle varie offerte online, idealo ha segnalato che acquistare in cartolibreria è la scelta meno vantaggiosa per le famiglie: in media i prodotti su questo canale di distribuzione costano il 24,24% in più rispetto a supermercati e ipermercati e il 14,88% in più rispetto alle offerte online. 

La grande distribuzione è la scelta migliore per quanto riguarda la media generale, ma si osserva che ci sono alcuni prodotti che risultano ben più economici se acquistati su internet.

Ad esempio, astucci, zaini standard e quaderni costano meno online rispetto alla media dei prezzi nei supermercati. Pur considerando le offerte più alte disponibili, gli astucci, nella loro versione “vuota”, costano il 5,3% in meno online rispetto ai prezzi delle grandi catene di distribuzione e circa il 23,2% in meno rispetto ai negozi di cartoleria; risparmio simile anche per gli astucci già corredati di penne, matite e accessori vari per la scuola (-2% rispetto alla grande distribuzione e -16,2% rispetto alle cartolibrerie); per gli zaini standard i dati sono ancor di più a favore del canale online (qui costano il 3,85% in meno rispetto a supermercati e ipermercati e il 20,9% in meno rispetto ai prezzi della vendita al dettaglio). Nel caso dell’acquisto dello zaino, comprare online non ha solo dei vantaggi in termini economici; grazie alla grande quantità di informazioni disponibili sul web è possibile anche fare una verifica più completa sui requisiti, sulla qualità e sulla disponibilità di modelli particolari, spesso difficili da trovare, soprattutto nelle giornate che precedono l’inizio della scuola. Anche quaderni e quadernoni costano meno su internet, soprattutto se si prediligono le offerte multiple (in media si è calcolato che un quadernone A4 in media ha un costo di 1,45 euro al supermercato, di 1,88 in cartoleria e di 1,39 euro online).

Il supermercato o l’ipermercato risultano più vantaggiosi in altri casi, ad esempio per l’acquisto di diari, zaini trolley e per l’asilo, matite colorate, anche se bisogna fare attenzione ai possibili rincari legati a questo particolare periodo dell’anno.

L’accessorio più gettonato e più cercato per il ritorno in classe resta anche quest’anno lo zaino. A seconda di tipologie, marche e personaggi raffigurati, i prezzi online sono intorno ai 60 euro per uno zaino standard, intorno ai 78 euro per uno zaino-trolley e intorno ai 32 euro per la versione piccola e pratica da asilo. 

 “La ricerca e i dati ottenuti sono in linea con quelli di Federconsumatori sul caro scuola-  commenta Fabio Plebani, Country Manager di idealo per l’Italia - anche nell’ e-commerce abbiamo rilevato un leggero aumento dei prezzi rispetto allo scorso anno, nel nostro caso pari al +0,87%. Vista la situazione attuale e le difficoltà economiche di molte famiglie, è sempre più importante mettere in luce i canali di risparmio più significativi e i prodotti più vantaggiosi, soprattutto online, un mondo dove la variazione dei prezzi deve essere considerata un vantaggio, se approcciata nel modo giusto. idealo mette a disposizione la funzione “prezzo ideale” e la finestra di andamento del prezzo. In molti casi basta solo avere un po’ di pazienza per far incontrare le esigenze di risparmio dei più grandi con i desideri dei più piccoli.”

L’azienda viene fondata a Berlino nel 2000 e da allora è cresciuta costantemente. Dal 2006 entra a far parte del gruppo editoriale Axel Springer SE (editore anche di Bild Zeitung). Attualmente è presente in Germania, Austria, Regno Unito, Francia, Italia, Spagna, con sei portali nazionali. Nel corso dei suoi primi 17 anni di attività ha ricevuto eccellenti recensioni e ha vinto numerosi test condotti da enti autorevoli e indipendenti impegnati nella tutela dei consumatori. Nel 2014 ha ottenuto dall’ente di certificazione tedesco TÜV Saarland il marchio di "comparatore certificato" per la qualità delle informazioni reperibili sul portale e le misure a protezione dei dati degli utenti. idealo mette a disposizione dei propri utenti centinaia di test sui prodotti e opinioni di altri utenti, non limitandosi ad offrire un servizio di comparazione per individuare i prezzi più convenienti, ma ponendosi anche come una guida autorevole e imparziale allo shopping on-line con schede tecniche, filtri di ricerca avanzati e recensioni di esperti. Circa 700 persone provenienti da quasi 40 nazioni lavorano nella sede di Berlino. Per maggiori informazioni: www.idealo.it 
Lunedì 4 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 06-09-2017 09:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME