le anim@il

Caro dottor Alessandro Benvenuti prima di tutto la ringraziamo io e mia moglie per la sua bella rubrica: la seguiamo tutte le settimane. Le scrivo perché non so più cosa fare con il mio cane, Rex, un incrocio tra pastore tedesco e maremmano che ormai ha quasi un anno e che non riusciamo a educarlo. Pensi che non riusciamo neanche a portarlo al parco perché cerca sempre di scappare anche se in casa è buonissimo. Certo, è diventato un pochino invadente ed è il re del suo giardino. Vuole infatti stare sempre con noi. Abbiamo provato anche a lasciarlo a un corso di addestramento ma con scarsi risultati. Le sarei grato se mi potesse consigliare qualcosa magari anche di naturale. Grazie e cordiali saluti. Marco
Caro Marco, problemi come quelli che ha ben descritto purtroppo non sono facili da risolvere e spesso è necessario l'intervento di un collega che si occupi di terapia comportamentale. Una cosa che emerge sicuramente è quella che il vostro cane non sente assolutamente la vostra autorità e che sentendosi lui capo-branco, fa quello che vuole.
In questa maniera lui riesce ad ottenere ben due scopi: il primo è quello di esercitare il suo dominio, il secondo è quello di avere sempre la massima attenzione. 
Questi sono sicuramente i casi più difficili da gestire, perché ci vuole molta forza di volontà, tempo e pazienza. Sarebbe quindi importante conoscere meglio il vostro cane e soprattutto sapere di più sulla sua infanzia, intesa come rapporto con la madre, i suoi fratelli e la sua prima socializzazione da cucciolo. Difatti molti problemi che esplodono in età adulta, nascono proprio da cuccioli.
La cosa migliore comunque è quella di affidarsi a un comportamentalista esperto che vi visiti il cane, che escluda che ci siano delle cause organiche (patologie in atto) e vi consigli sia una terapia comportamentale a volte accompagnata anche da una possibile terapia medica. Mi sento intanto di consigliarti due cose: la prima è la somministrazione di una miscela di Fiori di Bach  come Vervain, Chicory, Vine, 4 gocce 4 volte al dì per almeno due mesi; la seconda è passare a una dieta casalinga naturale e non industriale, integrandola con degli acidi grassi omega 3 ed un fitoterapico a base di Melissa, Biancospino, Passiflora e Iperico. Fatemi gentilmente sapere gli sviluppi e soprattutto se vi serve qualche altro consiglio.  Saluti.
riproduzione riservata ®

Martedì 18 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 05:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME