Da Piramide  a Santa Severa  Acea illumina  le aree più belle  della regione

Da Piramide a Santa Severa Acea illumina le aree più belle della regione

Un impegno forte. Per dare lustro alle gemme di Roma. Anche e soprattutto di notte. Acea sta progettando di illuminare il Castello di Santa Severa, la Piramide di Roma, le cupole di circa sette o otto chiese nella Capitale e un sito per ogni municipio. È quanto è emerso dalla seduta odierna della della commissione Turismo di Roma Capitale dove è stato audito Massimiliano Paolucci, direttore alle relazioni esterne di Acea, insediatosi a giugno.
«Tra i progetti di Acea ci sono quelli di illuminare il Castello di Santa Severa, che la sera non si vede quasi per nulla - ha detto Paolucci - la Piramide, le cupole di alcune chiese di Roma, circa 7-8, ma dobbiamo verificare quali, e poi un sito per ogni Municipio scelto con l'aiuto degli stessi territori». Rispetto alle modalità e alla possibilità che tali illuminazioni siano permanenti «ancora dobbiamo verificare il tipo di impatto, anche economico - ha chiarito Paolucci a margine della seduta - siamo a lavoro. Il piano industriale di Acea verrà approvato entro fine novembre e per quella data potremo avere maggiori indicazioni».

Martedì 18 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 05:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME