Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Martedì 28 Marzo 2017 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Retake Roma bonifica Ponte Tazio al Nomentano

FOTO | COMMENTA
Retake Roma bonifica Ponte Tazio al Nomentano
Retake Roma bonifica Ponte Tazio al Nomentano

Lunedì 20 Marzo 2017, 19:12

di Valentina Conti
Hanno raccolto e imbustato quintali di rifiuti differenziandoli, ripulito dalle scritte dei writer lo stabile sede del Sert della Asl e un altro muro più giù, rimesso a posto le panchine e i cartelli di indicazione dell’area, tolti gli adesivi che imbrattavano, falciato l’erba, fatto sparire i rami secchi, lavorando ore nella Pinetina di Ponte Nomentano. Sabato si è svolto il mega-evento targato Retake. Per la prima volta approdato nell’area verde del III Municipio, saccheggiata dal degrado figlio di notti balorde e inciviltà. Tanti i residenti che hanno fatto “rete” presentandosi all’appuntamento - rigorosamente trovato su Facebook - con l’occorrente per dare una mano al loro quartiere. Famiglie con bambini, donne e uomini di ogni età.
«Facebook è il proiettore del nostro messaggio - spiega la fondatrice del movimento Rebecca Spitzmiller - e il “sistema” si muove mediante il coinvolgimento di cittadini, associazioni sul territorio, pubblica amministrazione e imprese che ci sostengono. Nel nome del nostro motto “Clean up speak up”. Esistono 70 gruppi di quartiere». Come funziona diventare “retaker” lo spiega Simone Vellucci, presidente di Retake Roma. «Non ci sono segnalazioni di cittadini. Ci contattano tramite internet e ci si riferisce al gruppo Retake del quartiere. O, se non c’è, si crea. E poi si scende sul campo tutti insieme. Il senso è “Fai qualcosa di pratico”. Siamo aperti a tutti i contributi di qualsiasi associazione cittadina o altro». I Municipi più attivi negli ultimi tempi? «Cinecittà est e il X, Ostia e Casalpalocco. Non è solo pulire un parco. Abbiamo un’ambizione più grande: far essere Roma all’altezza della sua immagine nel mondo, con storie positive. E l’auto-organizzazione è la leva». Così è stato per Francesco, ad esempio, abitante di Montesacro alla sua prima esperienza con rastrello e sacchi («Credo che aiutare il quartiere in cui vivi sia fattibile»). E per tanti altri. A rimboccarsi le maniche, anche Kelly Degnan, l’incaricata d’Affari ad interim dell’Ambasciata Usa a Roma: «Sono qui per collaborare con Retake a dare il giusto lustro alla storia di una grandiosa città. Il senso civico ci muove tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti