Il Planetario approda a San Lorenzo: fino a dicembre appuntamento all'Ex Dogana
di Paola Lo Mele

Il Planetario approda a San Lorenzo: fino a dicembre appuntamento all'Ex Dogana

Un padiglione dentro un complesso di archeologia industriale adibito all'osservazione dei pianeti, delle stelle. Apre oggi il planetario digitale negli spazi dell'ex Dogana di San Lorenzo. Si chiama Roma Planetario e raccoglie il testimone della divulgazione astronomica della città in attesa della riapertura della storica struttura dell'Eur, ora chiusa. Il progetto è stato promosso dall'assessorato alla Cultura di Roma con i servizi tecnico scientifici di Zetema. Il nuovo teatro astronomico, realizzato da Mondo Mostre Skira, è stato presentato ieri dall'ad Tomaso Radaelli, dagli astronomi coinvolti, e dai vertici del Campidoglio.

«Per me è un giorno molto bello perché si restituisce alla città in modo nuovo la possibilità di rialzare il naso verso l'alto - è intervenuto il vicesindaco Luca Bergamo -. Gli studenti delle scuole di Roma da alcuni anni andavano a Napoli perché non potevano vedere il cielo a Roma. Ora possono vederlo grazie a una sinergia pubblico-privati. Per beneficiare dei progressi della scienza bisogna conoscerla. Questa è una città che la scienza ce l'ha sempre avuta dentro - ha ricordato -. E questo è un piccolo passo in una camminata lunga per ricostruire la vita culturale di questa città. Oggi sono stra-felice di questa apertura. Penso che la città debba essere fiera di avere un planetario di questo genere». Molto soddisfatta del nuovo spazio anche la prima cittadina, Virginia Raggi secondo cui lo spettacolo offerto «è estremamente emozionante. L'emozione di esplorare qualcosa di ignoto, un altro punto di vista. E' quello che stiamo facendo noi a Roma: portare un altro punto di vista a Roma, slacciare i nodi che ingabbiavano questa città e riallacciarne degli altri che creano sinergie. Sono convinta che le scuole saranno contente di offrire agli studenti questo spettacolo davvero unico. La chiusura della struttura all'ex Dogana è prevista per dicembre 2018, mentre nel 2019 dovrebbe riaprire il Planetario dell'Eur». 

«La nostra intenzione è tornare all'Eur con un innalzamento tecnologico - ha risposto Bergamo durante la conferenza stampa -. Se questo planetario potrebbe rimanere aperto anche dopo? C'è una valutazione da fare. Se la domanda eccede l'offerta non c'è pregiudizio a che ve ne siano due». Il teatro ha una cupola di circa 12 metri di diametro e dispone di un centinaio di posti. La programmazione inizierà oggi con spettacoli in fascia pomeridiana e alcuni appuntamenti serali.
Martedì 4 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME