Tangenti, Rizzi intercettato: ​"Con 5mila euro pago una rata di mutuo"

Tangenti Lombardia, Rizzi intercettato:
"Con quei 5mila euro ci pago il mutuo"

MILANO - Dalle intercettazioni e dagli atti dell'inchiesta della Procura di Monza sulla sanità lombarda emerge che il consigliere regionale lombardo ed ex senatore leghista Fabio Rizzi percepiva «circa 8.000 euro» al mese e «di questi ne versa 1.500 alla Lega Nord e 5.000 di mutuo».

E proprio per pagare quel mutuo, come risulta da una telefonata tra il politico e la compagna, Rizzi era in attesa di «operazioni giuste» con cui sarebbe riuscito «ad estinguere i mutui». In particolare, come emerge da un'intercettazione dell'8 agosto scorso, Rizzi spiegava che «dall'ospedale pediatrico, cioè dall'ospedale in Brasile, potrebbero venir fuori un paio di milioni a testa». E ancora diceva alla compagna, Lidia Pagani, anche lei arrestata: «Ci sono due o tre operazioni grosse in ballo». E la moglie: «Si, ma cosa intendi per grosse? Come entrata...». Rizzi: «Qualche milione di euro». Pagani: «Da dividere in quanti?». Rizzi: «Tre». E parla anche di «una compravendita di zucchero per la Russia».

Mercoledì 17 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 21:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-02-17 16:12:13
aiuto in che mani siamo
2016-02-17 15:11:58
Leggendo queste intercettazioni, ogni volta che sento queste o situazioni simili passate mi viene il vomito. La politica ormai ha raggiunto livelli indecenti tali,per non parlare di quella locale da non stupirsi che il numero di coloro che non vanno per votare aumenta esponenzialmente anno dopo anno, come la loro faccia tosta in prossimità delle campagne elettorali.
DALLA HOME