Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Giovedì 26 Maggio 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

"Mia figlia 14enne vittima dei bulli a scuola.
Le sputano addosso e le lanciano le pietre"

1 COMMENTO
"Mia figlia 14enne vittima dei bulli a scuola.
Le sputano addosso e le lanciano le pietre"

Giovedì 18 Febbraio 2016, 09:57

A maggio era stata colpita con manciate di ghiaia, a Carnevale l'hanno riempita di offese e insulti, arrivando persino a sputarle addosso. Stanca di vedere la figlia di 14 anni bersagliata dai bulli, una mamma - riporta oggi 'Il Giorno' - ha scritto una lettera alla preside della scuola media frequentata dalla sua bambina, chiedendo aiuto.  La ragazzina di 14 anni, affetta da lievi disturbi e iperattiva, lo scorso maggio era stata colpita con manciate di ghiaia ai giardinetti di via Gonin, a Lorenteggio, da alcuni coetanei. Erano intervenuti 118 e polizia e la ragazzina era stata trasportata al Pronto soccorso del San Paolo da cui era uscita con una prognosi di 4 giorni. Poi lo scorso sabato, alla festa di Carnevale dell'oratorio, poco distante da casa, «è stata bersaglio di offese, insulti e parolacce. Non solo: qualcuno - ha raccontato la mamma a 'Il Giorno' - le ha sputato addosso e le ha strofinato sulla schiena delle stelle filanti che erano state bagnate nell'acqua sporca stagnante di una fontanella. Inaccettabile. L'ho riportata subito a casa».  Dopo aver scoperto che i ragazzini che avevano preso di mira la figlia frequentano la sua stessa scuola, dove la perseguitano con prese in giro e insulti, la mamma ha scritto alla preside, chiedendo un suo intervento «al fine di stroncare una volta per tutte questi episodi di bullismo nella sua scuola». «Vorrei trovare una soluzione - conclude la mamma - insieme alle istituzioni, per dare a mia figlia serenità. Io ritengo che cambiare scuola non sia la strada giusta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



1 commenti presenti
Un tempo gli insegnanti avevano la bacchetta, e quando uno scolaro sbagliava, veniva bacchettato; Poi andava a casa e i genitori, sapendo quello che aveva combinato, aggiungevano il resto "mancante" della "lezione" dell'insegnante. Oggi non so, ma di certo la situazione sta prendendo una "brutta piega", allora il mio parere è: O l'insegnante torna a bacchettare come un tempo gli scolari, o quando uno scolaro sbaglia, convoca la famiglia e la bacchetta la usa con i genitori. E da come vanno le cose oggi, non credo che la seconda, sia una brutta idea... Buongiorno.
Commento inviato il 2016-02-18 10:11:57 da Gnu Rando

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui