Bancarotta, Lele Mora patteggia un anno e mezzo: andrà ai servizi sociali
di Angela Calzoni

Bancarotta, Lele Mora patteggia un anno e mezzo: andrà ai servizi sociali

Lele Mora ha patteggiato una pena di un anno e mezzo per bancarotta in relazione al fallimento della sua società “Roma Production” e al prestito da 2 milioni e 850 mila euro fattogli nel 2010 da Silvio Berlusconi.

L’ex direttore del Tg4 Emilio Fede, secondo l’accusa, avrebbe trattenuto una parte di quel denaro. Soldi che l’ex talent scout non avrebbe usato per salvare la sua società all’epoca sull’orlo del crac, la Lm Management.

Il patteggiamento, in continuazione con un’altra condanna, è stato ratificato dal gup Donatella Banci Buonamici su richiesta del difensore Gianluca Maris e del pm Eugenio Fusco. Mora nel novembre 2014 era già stato condannato a 6 anni e un mese, una pena che comprendeva con la continuazione sia l’accusa di induzione alla prostituzione nel processo “Ruby bis” che la bancarotta della Lm Management.

Con il patteggiamento, Mora può continuare a scontare (cumulo pene di quasi 8 anni) in affidamento in prova ai servizi sociali.
Mercoledì 19 Ottobre 2016 - Ultimo aggiornamento: 09:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME