Yara, la difesa chiede gli atti di altri due omicidi "molto simili"

Yara, la difesa di Bossetti chiede gli atti
di altri due omicidi "molto simili"

I legali di Massimo Bossetti hanno chiesto di acquisire i filmati delle riprese video delle telecamere di sicurezza di un'azienda che si trova nei pressi del campo di Chignolo d'Isola in cui fu trovata uccisa Yara Gambirasio, tre mesi dopo la scomparsa.

Si tratta di immagini già visionate dalla polizia giudiziaria e dalle quali non sarebbero emersi particolari rilevanti (oggi l'ex direttore generale ha spiegato che nessuna delle telecamere ha la visuale sul campo), ma che la difesa intende prendere in esame.

Gli avvocati Claudio Salvagni e Paolo Camporini hanno chiesto inoltre di acquisire gli atti di due altri procedimenti: quello sull'omicidio di Eddy Castillo (un ragazzo sudamericano trovato ucciso vicino al campo di Chignolo circa un mese prima del ritrovamento di Yara) per il quale vi è già una sentenza di condanna definitiva, e quello sulla morte di Sarbjit Kaur, giovane donna indiana trovata morta nel fiume Serio. Il caso era stato archiviato come suicidio. Per la difesa, le ferite che presentava la ragazza sono «sorprendentemente simili» a quelle trovate sul corpo di Yara. Il pm Letizia Ruggeri si è opposta alla richiesta in quanto gli atti dei due procedimenti sono «irrilevanti» nel processo a carico di Bossetti.

Mercoledì 16 Marzo 2016 - Ultimo aggiornamento: 17-03-2016 09:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME