Brian nasce su sedile dell'auto. Mamma assistita in vivavoce dal 118

San Benedetto, Brian nasce in auto
La mamma assistita in vivavoce dal 118

SAN BENEDETTO - Chissà quante volte raccontranno, al piccolo Brian, la storia della sua rocambolesca nascita. Perché il bimbo, che sta bene così come la sua mamma, è nato sul sedile posteriore di un'auto in corsa.



Tutto ha avuto inizio in un'abitazione di Carassai quando Luisa Narcisi, casalinga madre di due figli e in attesa del terzo, ha iniziato a sentire qualche contrazione. Il marito, Manuele Feliziani, imprenditore edile era fuori casa per lavoro così il nipote Mirko, giovanissimo chef, ha caricato in auto la partoriente e una degli altri due figli e si è diretto verso l'ospedale. Da Carassai è arrivato sulla Statale, a Cupra, quindi si è diretto verso Sud per raggiungere il Madonna del Soccorso.  Prima di arrivare a San Benedetto il bimbo, Brian, è nato, alla mamma arrivavano indicazione dei medici del 118 con il vivavoce. 
Mercoledì 24 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 11:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME