Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Mercoledì 29 Giugno 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Rosita è disabile e non può partire per Medjugorje:
"Non la vogliamo, disturba" -Foto

2 COMMENTI
Rosita è disabile e non può partire per Medjugorje:
"Non la vogliamo, disturba" -Foto

Domenica 14 Febbraio 2016, 20:13

VICENZA - "Noi non la vogliamo perché disturba", Rosita Sartori non avrebbe mai pensato di sentire queste parole e che il suo desiderio di raggiungere Medjugorie sarebbe stato così difficile da realizzare. Rosita, di Lonigo - in provincia di Vicenza - è una donna disabile di 33 anni, ma questo non le ha impedito di viaggiare e di scrivere conducendo una vita il più possibile normale e incline alle sue passioni. E' affetta da tetraparesi spastica e per questo si muove su una sedia a rotelle, ma è una persona molto devota ed è laureata in Teologia.
 
  Con la mamma aveva chiesto di partecipare a una gita per Medjugorje in aprile. "Avevamo deciso - racconta a Libero - di tornare dalla Madonna con un’organizzazione con cui avevamo già viaggato. Pochi giorni fa è venuto a casa nostra uno degli organizzatori, Sergio Mazzucco, e ci dice, tra mille esitazioni: sapete, per aprile non vi posso far partire… Ma perché, chiedo io, allibita. Ci sono una decina di persone che non vogliono partire con te, Rosita. Dicono che “rompi il gruppo”. Sì, mi ha detto proprio questo, tu rompi il gruppo". 
Sembra che il motivo per cui non l'abbiano voluta portare sia da ricondurre a quello che i membri dell'associazione hanno definito "eccesso di protagonismo".   "Non ci potevamo credere - aggiunge la mamma -  oltrettutto questi organizzatori li abbiamo sempre considerati nostri amici. La Rosita è molto amata dalla gente. Guardi, a Capodanno è stata ad Assisi, e tutti l’hanno accolta con gioia"
Rosita spiega che le piace parlare con la gente e che spesso racconta la sua storia e le sue esperienze. Ha anche realizzato un sito www.splendidarosi.it per poter comunicare con gli altri.
"Non mi ha fatto piacere, ma questo non cambierà il mio modo di essere e la mia voglia di continuare a dare testimonianza. Farò altri pellegrinaggi. E ci tornerò sicuramente a Medjugorje", ha concluso. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



2 commenti presenti
È facile mettersi sempre dalla parte dei disabili, ci viene spontaneo, però io ne conosco parecchi e non tutti sono facili o di bel carattere, per cui non dobbiamo stupirci se vengono fatte delle esclusioni verso una persona disabile perché questa persona potrebbe, dico potrebbe, risultare di carattere fastidioso o invadente proprio come qualsiasi di noi, per cui non corriamo a giudicare immediatamente chi ha espresso un opinione sulla qualità di compagnia di una persona difendendo a priori questa persona perché diversamente abile ;questo comportamento porta dei vizi.
Commento inviato il 2016-02-15 18:35:19 da Mauri11
che brave persone che sono queste! ma invece che andare a Medjugorje andassero a imparare l'amore per il prossimo! che ipocriti! mi piacerebbe vederli in faccia questi. Io non sono religiosa ma vorrei davvero vedere la scenetta finta che vanno in Chiesa e si battono la mano sul petto da bravi cristiani!
Commento inviato il 2016-02-15 08:22:17 da deepred

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui