"Non può assistere al film col cane-guida": Roberta chiama la polizia ed entra in sala col suo Rasta

"Non può assistere al film col cane-guida": Roberta chiama la polizia ed entra in sala col suo Rasta

Potremmo definirla come una storia a lieto fine quella di Roberta, una donna cieca dalla nascita e del suo cane-guida Rasta, un labrador di 7 anni. Tutto iniziò il 10 gennaio scorso, quando ai due non fu permesso di entrare all'interno del cinema Arcobaleno di Milano, poichè non era permesso l'ingresso agli animali in sala.

"Guardi che io e il cane possiamo entrare, non c’è nessuna violazione alle norme di sicurezza", cercò di spiegare Roberta alla cassiera del cinema. Ma le sue suppliche non furono ascoltate e dopo l'intervento del direttore della struttura e di un agente del 113, la donna e Rasta furono costretti a tornare a casa senza vedere il film. 

Ma Roberta incassò il colpo e non si diede per vinta: inviò una segnalazione al Viminale e alla Questura di Milano: Roberta aveva ragione, entrando con Rasta nel cinema non avrebbe violato nessuna norma.

Una legge del 1974, infatti, consente ai cani-guida di accompagnare i loro padroni non-vedenti ovunque, senza nessuna distinzione. Inutile parlare del grande imbarazzo dei gestori del cinema che, per rimediare alla 'figuraccia' hanno pensato bene di organizzare una nuova serata con Roberta e il suo cane Rasta.

All'appuntamento erano presenti il direttore del cinema Arcobaleno, Maurizio Zanfini, il poliziotto chiamato quella sera sul posto e i due funzionari di turno che assistettero alla vicenda. 
Giovedì 25 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 17:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2016-02-26 18:34:40
Certo che l'agente andrebbe veramente punito: lo so anche io che il cane guida può entrare ovunque!
2016-02-26 10:34:47
Funzionari e poliziotto ignoranti indegni di percepire lo stipendio, vergogna!!! Celafio
2016-02-26 08:57:47
E i funzionari di polizia ed il poliziotto non si sono vergognati??? Proprio una bella figura!!! Celafio
2016-02-26 08:33:10
Secondo me mancano due cose: un risarcimento alla signora per danni morali e un provvedimento tipo richiamo scritto agli agenti che intervennero poiché hanno dimostrato di non saper applicare la legge che se pur loro sconosciuta sul momento non gli impediva di informarsi presso la loro sala operativa.
2016-02-26 07:15:23
me la prendo con tutti ma soprattutto con l'agente, ignorante se non conosce le regole non può fare questo mestiere,,,,,complimenti a roberta che si è fatta rispettare
DALLA HOME