Renzi: "Il nemico vive nelle capitali, coperto da omertà"

di Alessandra Severini
Un’altra strage semina il terrore in Europa e la spinge ancora una volta a chiudersi e ad innalzare muri. E’ la tentazione che viene dalla paura, il desiderio di sospendere Schengen, ripristinando – chissà quanto temporaneamente – i vecchi confini fra Stati.

Lo chiedono da tempo paesi come Austria, Svezia e Danimarca che vorrebbero ripristinare i vecchi controlli alle frontiere per combattere la minaccia terroristica. Ma l’addio a Schengen potrebbe costare all’Europa fino a 100 miliardi. L’Italia, con Matteo Renzi è contraria. «Chiudere le frontiere non serve – ha detto il premier - perché i terroristi sono già dentro». Semmai è necessario creare una «struttura di sicurezza unitaria» in tutta l’Unione europea.


 


Anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiesto all’Europa di affrontare «questa sfida decisiva con una comune strategia, che consideri la questione in tutti i suoi aspetti: di sicurezza, militare, culturale, di cooperazione allo sviluppo». Ma non tutti la pensano così. Matteo Salvini, ad esempio ha parlato di una «dichiarazione di guerra» dello Stato islamico alla quale «si deve rispondere solo in due modi: bonificare i ghetti palazzo per palazzo e chiudere le frontiere». I leader europei hanno promesso compattezza. «E’ stato un attacco alla nostra democrazia - hanno scritto in una dichiarazione congiunta - siamo fermi e uniti nella lotta contro l’odio».

Ma la paura viaggia veloce e le città europee si blindano. Parigi, subito dopo gli attacchi di Bruxelles, ha chiuso le frontiere con il Belgio e inviato altri 1.600 fra poliziotti e gendarmi nelle strade, per proteggere soprattutto aeroporti, stazioni, metro. Il presidente francese Hollande ha promesso che la Francia sarà «implacabile» contro il terrorismo. Anche a Londra e in tutte le capitali europee sono state rafforzate le misure di sicurezza negli aeroporti, nelle stazioni e sui mezzi pubblici. L’aeroporto di Zaventem resterà chiuso.

Martedì 22 Marzo 2016 - Ultimo aggiornamento: 23-03-2016 09:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-03-23 12:01:49
non sapete chi e quanti stiamo ospitandone e continuiamo ad importarne a navi ,incompetenti dimettetevi
2016-03-23 11:33:03
con tanti ringraziamenti a chi ha permesso tutto questo nonostante avvisaglie da tempo... compresa una famosa scrittrice...
DALLA HOME