Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Venerdì 24 Marzo 2017 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Massacrò la moglie col martello: si uccide per non tornare in carcere

COMMENTA
Massacrò la moglie col martello: si uccide per non tornare in carcere

Mercoledì 30 Novembre 2016, 09:52

BOLZANO - Non voleva tornare in carcere e così si è tolto la vita Paul Johann Oberkofler, che si trovava in una struttura psichiatrica nel Veronese, dopo aver massacrato nel 2012 sua moglie con un martello (la donna è ancora oggi in stato di coma). L'altoatesino aveva appena appreso la notizia che la Corte di Cassazione aveva annullato la sentenza di secondo grado e di conseguenza anche la riduzione di pena da 18 a 10 anni. Oberkofler, 56 anni, sarebbe perciò dovuto tornare in carcere, in attesa di un nuovo pronunciamento della Corte di Appello di Trento.  In secondo grado gli era stato riconosciuto il vizio parziale di mente, escludendo così le aggravanti della minorata difesa e della crudeltà. Gli atti, dunque, sarebbero tornati alla Corte di Appello di Trento. Oberkofler il 27 novembre del 2012 colpì la moglie e madre dei suoi tre figli con un martello e un punteruolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti