Maltratta bimbi e sputa in faccia a un alunno:
maestra sessantenne sospesa dalla scuola

  • 3,3 mila
    share
Maltrattamenti ai bambini di una scuola statale dell'infanzia. Una maestra sessantenne è stata sospesa per cinque mesi, ovvero fino alla fine dell'anno scolastico: l'ordinanza di misura cautelare interdittiva le è stata notificata dai carabinieri del comando provinciale di Vicenza.

La donna, educatrice in una scuola statale dell'infanzia, aveva «costantemente un atteggiamento autoritario e violento verso bambini in età compresa tra i tre ed i cinque anni, insultandoli ed usando violenza, minacciandoli di gravi conseguenze in caso di comportamenti non adeguati».

Come riferiscono i militari, in un episodio, visto che un bambino aveva sputato verso un suo coetaneo, la maestra ha a sua volta sputato in faccia all'alunno come «metodo di insegnamento». I piccoli hanno subito crisi di pianto, sofferenze fisiche e morali. I fatti riguardano un periodo che va dal mese di ottobre del 2014 fino a febbraio 2016. 
Martedì 15 Marzo 2016 - Ultimo aggiornamento: 15:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-03-15 16:13:08
Sospesa? Cacciata, come minimo. Renderei obbligatorio l'installazione di telecamere all'interno degli ambienti scolastici con la possibilità di visionare i propri bimbi da casa o ufficio. Ovviamente con autorizzazioni, password, log di accesso. Non posso ammettere che si alzi un dito su un bambino, tantomeno su un mio figlio. Comunque oltre la "maestra" è responsabile la direttrice e le colleghe che hanno visto ma non hanno fatto nulla per evitare questi atroci e permanenti traumi nei confronti dei bambini.
2016-03-15 14:04:40
aiutoooooooooo
DALLA HOME