Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Domenica 26 Giugno 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

"La sfida delle mamme", l'ultima "catena" sul web da evitare...

COMMENTA
"La sfida delle mamme", l'ultima "catena" sul web da evitare...

Lunedì 22 Febbraio 2016, 09:03

La "catena di Sant'Antonio" è arrivata anche sul mio profilo Facebook. Mi sono incuriosita quando ho visto un mio contatto, una mamma, pubblicare le foto dei figli e invitare altre tre mamme a fare lo stesso.
La "catena" si chiama "Sfida delle mamme". Non capivo bene quale fosse il senso. Poi navigando, ho trovato l'alert, l'avvertimento sulla pagina Facebook "Una vita da social" della Polizia postale.
Gli agenti, esperti di sicurezza informatica, avvertono:  «Da alcuni giorni circola questo messaggio tra le mamme, diffuso con il sistema delle Catene di Sant'Antonio: "Sfida delle mamme. Sono stata nominata da @@@@@@ per postare 3 foto che mi rendano felice di essere mamma. Scelgo alcune donne che ritengo siano grandi madri. Se sei una madre che ho scelto copia questo testo inserisci le tue foto e scegli le grandi madri". Il post prosegue: «Mamme.Tornate in voi. Se i vostri figli sono la cosa più cara al mondo, non divulgate le loro foto in Internet. O quantomeno, abbiate un minimo di rispetto per il loro diritto di scegliere, quando saranno maggiorenni, quale parte della propria vita privata condividere.Se questo non vi basta, considerate che oltre la metà delle foto contenute nei siti pedopornografici provengono dalle foto condivise da voi».  Il messaggio ha provocato qualche polemica ed è stato scritto un intervento successivo: «Ci dispiace constatare che qualcuno non ha capito il senso di questo post. Noi ci limitiamo a darvi consigli, poi ognuno è libero di fare come vuole. La nostra casella messaggi è piena di richieste d'aiuto riguardo al furto di foto (....) Quello che a volte può semprare un gioco ingenuo per alcuni si è trasformato in un vero e proprio incubo».  Insomma, credo proprio sia il caso di seguire le indicazioni della polizia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO