Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Mercoledì 26 Aprile 2017 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Lo sfogo dell'imprenditore: "Offro lavori e stipendi veri, ma i giovani non si presentano"

14 COMMENTI
Lo sfogo dell'imprenditore: "Offro lavori e stipendi veri, ma i giovani non si presentano"

Lunedì 13 Febbraio 2017, 14:47

VERONA - Alla faccia della crisi c'è chi rifiuta un posto di lavoro o salta un appuntamento: lo spiega al Corriere della Sera l’imprenditore veronese Cristiano Gaifa, proprietario e fondatore della catena di ristoranti giapponese fusion Zushi, che comprende ventuno locali sparsi per tutto il Nord Italia.  Gli aspiranti dipendenti spesso non si presentano ai colloqui di lavoro accampando le scuse più originali e l'imprenditore di vicende surreali ne ha viste tante perché nella ristorazione c'è sempre bisogno di manodopera. In uno sfogo su Facebook Gaifa ha scritto: "Se sento ancora parlare di disoccupazione giovanile racconto gli ultimi colloqui che abbiamo fatto... I ventenni il problema sembra non lo sentano. Non so come fanno. Anzi, forse un’idea ce l’ho. Temo che abbiano ancora molte sicurezze economiche alle spalle. Ovvero, i genitori".  I posti di lavoro offerti spaziano dal cameriere al direttore. Al momento Gaifa spiega che cerca un vicedirettore con uno stipendio ben superiore alla media e che i colloqui sono stati fallimentari: "Tre interpellati su tre, tutti disoccupati, mi hanno detto 'Ci penso e vi faccio sapere'. Non hanno telefonato nei giorni successivi come d’accordo. Allora li abbiamo richiamati noi. 'No, grazie'".  Non si parla di stage, ma di contratti veri e propri ai quali sembrano più interessati gli stranieri degli italiani: "Sa qual è la proporzione tra italiani e non italiani? Due a uno. Per ogni curriculum che ricevo di connazionali, ne ho almeno due di altri... Abbiamo solo non italiani, ma ci sono delle mansioni per le quali è richiesta una competenza linguistica molto buona. Tutti i lavori a contatto con il pubblico, insomma. E’ lì che abbiamo richiesta, ma manca la domanda. O per lo meno quella dei ventenni. Per i più anziani è diverso, lì c’è richiesta. Magari perché hanno una famiglia da mantenere, o sono divorziati e hanno il mutuo".  "L’ultimo che ho incontrato, anche lui disoccupato, quando gli ho detto che avrebbe cominciato la settimana successiva mi ha risposto: 'eh, ma avevo prenotato una vacanza'. Con un altro, un veronese, è andata anche peggio. Ci ha chiesto dov’è il ristorante: a Borgo Trento. 'Troppo lontano, abito a Borgo Milano', ci ha detto. Neanche un chilometro di distanza, capisce? Alcuni vengono a colloquio con la fidanzata, o il fidanzato, e dobbiamo spiegare che è un colloquio individuale. E poi, c’è la ragazza della casa, sui trent’anni, alla prima esperienza lavorativa. La sera prima di cominciare ha chiamato in ristorante. 'Mi spiace, non vengo più, papà mi ha regalato una casa e per i prossimi mesi dovrò arredarla'”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

10 di 14 commenti presenti
2017-02-16 14:04:37
Solo a me sembra l'ennesima bufala da quattro soldi? Aprire gli occhi mai?
2017-02-15 22:52:01
Io non mi stupisco. Ogni anno la ma azienda assume personale (tempo indeterminato, stipendio regolare da contratto collettivo, ECC ECC) ebbene facciamo i salti mortali perché qualcuno accetti di lavorare. "Grazie... ci penso..." ... come ci pensi??? MA scherziamo? A cosa devi pensare? "Beh penso se mi conviene... lo spostamento, le responsabilità..." A noi ci cadono le braccia ogni volta e su 20/30 che ne assumiamo... 1 si salva ed è un lavorare su cui poter far affidamento. Gli altri sono soggetti inutili che vanno seguiti, richiamati, sanzionati... vanno fatte notare anche le cose più banali. Il lavoro non manca. Manca la voglia.
2017-02-15 08:27:34
il solito impredicorucolo che inventa una panzana da buon samaritano per farsi pubblicità, l'italia è un paese di fessi altrimenti non si spiega, come cos del genere possano anche solo essere pubblicate, ma del resto in un paese dove fa notizia belen iannone che dormono in auto...puoi solo sperare in una rivoluzione...
2017-02-14 18:41:18
Stanno fuori di testa
2017-02-14 18:17:43
Stanno fuori di testa
2017-02-14 17:22:42
L'ennesimo articolo per farsi pubblicità. E' chiaro che è tutta una montatura per avere i 5 minuti di notorietà su un giornale online con migliaia di lettori....e alla fine l'attenzione l'ha avuta. Chapeau
2017-02-14 15:51:34
Come si fa per mandare il curriculum possibile sapere sono interessata
2017-02-14 13:33:10
Perché si lavora? Per i soldi penso , se qualcuno come la ragazza della casa non ne ha bisogno perché dovrebbe lavorare e fare un lavoro che sicuramente non gli piace . Siamo arrivati al punto che ormai dobbiamo accettare di tutto . E poi non ho capito perché il lavoro non lo offre ad un cinquantenne , perché vuole assumere proprio i ventenni
2017-02-14 10:32:56
Ma ringraziamo il cielo che c'è ancora qualche azienda coraggiosa che oltre a riuscire acrimanere aperti offrono anche lavoro....e a tutti gli schizzinosi se la paghetta di mamma e papà gli venisse tolta e la ratina della macchina non pagata dai nonni vedrete che la musica cambierebbe...a lavorare valà e come riscaldamento gli regalerei un tris di zappa vaga e badile e via che andare nei campi..,
2017-02-14 00:28:08
Io sto cercando lavoro e se abitassi a verona verrei di corsa.