Bruxelles, il pianto disperato della bimba soccorsa in metro -Video

di Simone Pierini
Un pianto disperato di una bimba, il panico dei passeggeri che stanno evacuando il convoglio sotto attacco. Un clima di terrore vissuto nei sotterranei di Bruxelles, lì dove sono esplosi tre ordigni nella metro di Maalbeek. Poi, tra fumo e oscurità, i passeggeri che camminano sui binari scortati dalla polizia.
 


«Ho sentito una forte esplosione, poi all'improvviso fumo dappertutto, abbiamo dovuto aspettare 20 minuti, eravamo stipati nel convoglio, e poi le porte si sono aperte e ci hanno evacuato attraverso i binari, sapevo da subito che era collegato a Zaventem»: è il racconto a caldo di una testimone appena uscita dalla metro di Malbeek, che si trovava nel convoglio appena dietro quello interessato dall'esplosione.

La capitale belga si è svegliata terrorizzata da quanto avvenuto questa mattina. E le lacrime della piccola creatura che viene evacuata sono il simbolo di questa ennesima giornata di paura provocata dal terrorismo. Nella stazione della metro di Maalbeek hanno perso la vita 10 persone, molte altre sono rimaste ferite. L'attentato in aeroporto ha invece provocato 13 morti.


 
Martedì 22 Marzo 2016 - Ultimo aggiornamento: 23-03-2016 09:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME