Parigi, tensione al corteo di operai e studenti contro Macron

Parigi, tensione al corteo di operai e studenti contro Macron

Alcune migliaia di persone si sono radunate in place de la République a Parigi, rispondendo all'appello del collettivo Front Social per manifestare in questo giorno festivo contro le politiche «ultra-liberali» del presidente eletto Emmanuel Macron. La manifestazione è iniziata in un clima pacifico e festoso ma poi frange dei manifestanti in testa al corteo con cappucci neri, caschi e maschere antigas si sono affrontate con la polizia, presente  con un massiccio dispositivo di sicurezza, con decine di furgoni della polizia e agenti in tenuta antisommossa che perquisiscono borse e zaini agli accessi e nelle strade adiacenti. Giovani sono stati fermati dopo un lancio di fumogeni. 

Due fermate della metropolitana sono state chiuse. Sventolano diverse bandiere e striscioni, da quella del sindacato Cgt, ai Sans Papiers, dal movimento Nuit Debout presente con un suo coro che intona Bella Ciao e Bandiera rossa, ai sostenitori di Jean-Luc Mélenchon che mettono Macron «sotto tutela» in vista delle legislative di giugno. Numeroso ma un po' in disparte un gruppo di russi con la bandiera nazionale che ricordano i loro caduti nella Seconda guerra mondiale nella Giornata della vittoria.

«Cominciano 5 anni di lotta», recita uno degli striscioni.  Alcuni caffè lungo il percorso verso piazza della Bastiglia hanno chiuso le porte. La maggior parte dei negozi è chiusa per la festività dell'8 maggio.

Lunedì 8 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME