India, tradisce il marito: picchiata, rasata
e costretta ad allattare l'amante in pubblico
di Federica Macagnone

India, tradisce il marito: picchiata, rasata
e costretta ad allattare l'amante in pubblico


Una punizione inusuale, un'umiliazione pubblica per “scongiurare” la possibilità che altre donne potessero decidere di comportarsi nello stesso modo. Una 24enne, mamma di due figli, ha dovuto allattare il suo amante in pubblico come punizione per aver tradito il marito ed essere scappata con un ragazzo di appena quattro anni più piccolo di lei.

La donna, che viveva nel piccolo villaggio di Wardha, nella provincia del Predesh, in India, si era innamorata di Kamlesh, un ragazzo di 20 anni, e insieme a lui ha deciso di fuggire qualche giorno prima di Capodanno, nella provincia di Gujarat.

Ma il marito della donna non si è arreso all'idea di averla persa e di essere stato tradito. Rivoleva sua moglie indietro affinché potesse essere punita per l'affronto che gli aveva fatto. Dopo giorni di ricerche l'uomo ha rintracciato i due amanti e ha trascinato la donna di fronte al consiglio di anziani del villaggio, che hanno optato per la punizione umiliante.

Nonostante le obiezioni del marito che non voleva un trattamento così severo, la donna e l'amante sono stati trascinati in strada, sono stati picchiati dalla folla e sono stati sottoposti al taglio dei capelli e alla rasatura, pratica molto in uso per umiliare qualcuno. Dopo il pestaggio la donna, a seno nudo, ha dovuto “allattare” il suo amante in pubblico.

Dopo l'aggressione la vittima ha chiamato le forze dell'ordine raccontando ciò che le era successo. Il capo della polizia Akhilesh Jha ha detto al giornale Hindustan Times che 11 persone sono state denunciate e che le indagini continueranno per individuare i colpevoli: l'ipotesi degli agenti è che il consiglio degli anziani abbia ordinato solo parte della punizione e che poi la situazione sia degenerata per mano di un gruppo di uomini che pretendeva per la donna un'esemplare umiliazione pubblica.


Domenica 4 Gennaio 2015 - Ultimo aggiornamento: 05-01-2015 09:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME