Bruxelles, tra i feriti Chiara, giovane italiana:
"Colpita dalla porta di un vagone della metro"

Tra gli italiani feriti nell'attentato di questa mattina nella stazione della metropolitana di Maelbeek, a Bruxelles, c'è Chiara Burla, una ragazza di 24 anni originaria di Varallo Sesia (Vercelli), ma da qualche tempo residente a Firenze.

La giovane è rimasta colpita dalla porta di un vagone della metro, divelto dallo spostamento d'aria: ha riportato contusioni e ferite al torace ed al viso, ma in modo lieve, secondo quanto si è appreso dai suoi parenti. Medicata al pronto soccorso di un ospedale di Bruxelles, e già stata dimessa ed è tornata nell'appartamento che divide con altre ragazze. 
 


Nel Vercellese vivono i suoi genitori: «Siamo riusciti a scambiare poche parole con nostra figlia subito dopo che abbiamo sentito le prime notizie degli attentati a Bruxelles - dice il padre della ferita, Diego Burla, ex sindaco di Sabbia (Vercelli) - ci ha tranquillizzato, dicendo che stava bene. Poi è diventato difficile parlare al telefono con chi stava in Belgio. L'aspettiamo a casa».

Chiara si trova a Bruxelles da una decina di giorni per uno stage di danza - ha studiato all'Opus Ballet Centro Coreografico di Firenze - ed aveva già in programma di rientrare in Italia per le festività pasquali. 
Martedì 22 Marzo 2016 - Ultimo aggiornamento: 20:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME