Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Lunedì 29 Agosto 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

"Bruxelles, ecco i terroristi": due sono morti,
caccia al terzo uomo. Detonatore nel guanto?

FOTO | VIDEO | COMMENTA

Martedì 22 Marzo 2016, 16:25

Il terzo uomo, quello con il cappello che compare nella foto dei sospetti kamikaze dell'aeroporto, sarebbe Najim Laachraoui. Lo rende noto il quotidiano Dh. Si tratta del jihadista, di 24 anni, considerato l'artificiere del network terrorista, contro cui la Procura belga ha già spiccato un mandato d'arresto nei giorni scorsi, quando tacce del suo dna sono state trovate sia in due covi, sia soprattutto su almeno due cinture esplosive, una utilizzata al Bataclan, l'altra allo Stade de France. Laachraoui è considerato molto vicino a Salah. 
 

Dalla foto diffusa dalla polizia e presa dalle telecamere di sorveglianza dell'aeroporto di Zaventem prima dell'attentato, i due presunti kamikaze spingono due carrelli-bagagli, ognuno indossando un solo guanto alla mano sinistra. Secondo le informazioni del sito di La Libre Belgique, i guanti sarebbero serviti per nascondere i detonatori degli ordigni esplosi allo scalo.  DUE SONO MORTI, CACCIA AL TERZO UOMO La polizia belga sta ricercando il terzo uomo del commando di terroristi all'aeroporto di Bruxelles Zaventem. Questi compare, con una giacca bianca e un cappello nero, accanto ai due uomini in abito identico, pantaloni kaki e giacca scura, e un unico guanto nella mano sinistra a coprire il detonatore, nelle riprese delle telecamere di sorveglianza dell'aeroporto.  In un primo momento era stata diffusa una immagine con l'inquadratura ridotta solo a questi ultimi due. È stato l'ufficio del procuratore federale belga a confermare la presenza di una terza persona all'aeroporto di Zaventem dove, nelle due esplosioni degli attentatori, sono rimaste uccise 14 persone. Una terza bomba inutilizzata, oltre alle due fatte esplodere degli attentatori suicidi, è stata trovata dalla polizia all'aeroporto e fatta esplodere in seguito con una detonazione controllata.  Il terzo ordigno «non è esploso», ha reso noto il governatore della provincia del Brabant fiammingo Lodewijk De Witte. Un secondo uomo sarebbe riuscito a fuggire dalla stazione della metropolitana di Maelbeek, teatro della terza esplosione di questa mattina, e anche lui è ricercato dalle autorità, rendono noto fonti giornalistiche belghe.  
 
 

"#Bruxelles, ecco i volti dei terroristi": almeno 4 sospetti in fuga

Pubblicato da Leggo - Il sito ufficiale su Martedì 22 marzo 2016
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



0 commenti presenti

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui