Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Giovedì 28 Luglio 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Berlino choc, auto esplode per una bomba:
panico in strada, morto il guidatore -Foto

FOTO | VIDEO | COMMENTA

Martedì 15 Marzo 2016, 11:26

Un uomo alla guida di un'auto a Berlino è rimasto ucciso a causa dell'esplosione della vettura: lo ha annunciato la polizia berlinese che ha provveduto a chiudere al traffico il quartiere. La polizia esclude che l'incidente sia dovuto all'esplosione di un serbatoio e parla di un probabile ordigno nella parte anteriore dell'auto, una Volkswagen Passat.
 

È successo in centro, nel quartiere di Charlottenburg. Non sono ancora note le generalità del guidatore. La polizia di Berlino ha reso noto che sono state completate le operazioni degli artificieri sull'auto su cui è avvenuta l'esplosione e che non sono stati trovati altri esplosivi. È quindi stato dato il cessato allarme e gli abitanti della strada, la Bismarkstrasse nel quartiere occidentale di Charlottenburg all'altezza del Teatro dell'Opera, sono stati invitati a riaprire le finestre.   NON È TERRORISMO «Allo stato delle conoscenze, non si tratta di un attentato di natura terroristica o politica, ma di un attentato a una persona e a un'automobile». Lo ha detto il sindaco di Berlino, Michael Mueller, durante una conferenza stampa, riferendosi all'esplosione di un'auto che questa mattina ha causato una vittima a Berlino.   Un portavoce della polizia di Berlino ha confermato che l'uomo ucciso nell'esplosione dell'auto di questa mattina ha 43 anni «con un passato di emigrazione», che è la locuzione con cui le autorità tedesche definiscono gli immigrati di seconda o terza generazione. Bild aveva rivelato che, secondo proprie informazioni, l'auto su cui la vittima viaggiava era intestata a una donna dal cognome con assonanze turche. Il portavoce della polizia ha confermato che «allo stato delle conoscenze attuali, un attentato di natura terroristica è escluso».  CHI ERA LA VITTIMA Secondo informazioni raccolte dalla Berliner Zeitung, il nome della vittima dell'esplosione dell'auto di questa mattina a Berlino è Mesut T., un 43enne berlinese di origine turca coinvolto in passato in delitti legati a traffico di cocaina, gioco d'azzardo e spaccio di banconote false. Al momento è in corso una perquisizione nella sua abitazione.  La polizia prosegue le indagini, concentrandosi sull'ambiente frequentato dalla vittima, anche se un suo portavoce ha riferito «di non poter ancora dire se l'uomo fosse l'obiettivo dell'attentato». Nonostante la procura abbia confermato che l'esplosivo fosse stato nascosto sotto l'auto, non si esclude l'ipotesi che nel mirino potesse esserci un'altra persona.   "UN OMICIDIO" «Riteniamo che si possa trattare di un omicidio». Lo ha detto Martin Steltner, della procura di Berlino al Tagesspiegel, parlando dell'auto esplosa mentre attraversava il quartiere occidentale di Charlottenburg in direzione del centro a Berlino. La polizia ha confermato che l'esplosione è stata causata da «esplosivo probabilmente presente sull'auto».
 
  Attraverso l'account Twitter, la polizia ha invitato gli abitanti della zona a restare in casa e a non affacciarsi dai balconi. L'area è stata chiusa e sul posto sono presenti gli artificieri che stanno controllando l'auto esplosa per verificare che non vi sia a bordo altro esplosivo.   NON SI ESCLUDE ALCUNA PISTA Non si esclude alcuna pista nelle indagini sull'auto esplosa a Berlino nel quartiere. Lo ha detto un funzionario di polizia Karsten Mueller all'ANSA, sottolineando che oltre all'autista rimasto ucciso, non ci sono altre vittime. Per la polizia ci sarebbe stato dell'esplosivo sull'auto o vicino all'auto, una Volkswagen passat. Dopo l'esplosione, avvenuta in Bismarck strasse, l'auto avrebbe impattato contro altri veicoli parcheggiati ai bordi della strada. Dopo l'episodio non è stato comunque alzato il livello dell'allarme terrorismo a Berlino, ha spiegato, né vi sono misure speciali di sicurezza.   FORSE CRIMINALITA' ORGANIZZATA Secondo informazioni raccolte dalla Bild (che non cita le fonti), l'esplosione dell'auto avvenuta oggi nel quartiere di Charlottenburg a Berlino sarebbe stata un'azione della criminalità organizzata, mentre è esclusa la pista terroristica. La polizia riferisce che sul posto è presente personale della sezione omicidi e le piste restano tutte aperte.  L'agenzia di stampa Dpa cita la circostanza che nella zona dell'esplosione testimoni oculari hanno riconosciuto tra gli investigatori il procuratore capo che indaga sulla scena dei rocker, le bande di motociclisti che si configurano sempre di più come pericolose e aggressive bande criminali. La Dpa precisa però che «un legame con i rocker non è per il momento chiaro». 
 
 

++++ACCADE ORA++++Esplode un'auto, panico in strada: paura attentato.Un morto, per la polizia è una bomba http://goo.gl/785KamSegui Leggo - Il sito ufficiale (y)

Pubblicato da Leggo - Il sito ufficiale su Martedì 15 marzo 2016
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



0 commenti presenti

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui