Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Domenica 7 Febbraio 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS
FLASH NEWS

ACCORSI NEI PANNI DEL 'FURIOSO ORLANDO'.
DAL 20 MARZO SUL PALCO DELL'ELFO PUCCINI

COMMENTA
ACCORSI NEI PANNI DEL 'FURIOSO ORLANDO'.
DAL 20 MARZO SUL PALCO DELL'ELFO PUCCINI

MILANO - Stefano Accorsi, la ritroviamo in scena alle prese con il poema cavalleresco per eccellenza, che lei ha ribattezzato «Furioso Orlando».
«E’ una sfida, ma non mi diverto. Il teatro è una gran fatica, se non c’è un margine di rischio non ha senso».
Condensare in poco più di un’ora di spettacolo i quasi 40. 000 versi dell’Ariosto non è impresa semplice.
«Merito del regista Marco Baliani, che ne ha fatto una riduzione meravigliosa, tutta in versi, utilizzando le ottave di Ariosto con alcuni endecasillabi di sua invenzione».
Il sottotitolo dice «Ballata in ariostesche rime per un cavalier narrante», che si suppone sia lei. Le piace la definizione?
«Molto. Insieme a Nina Savary, che in scena, manovra macchine sonore artigianali e dà voce alla coscienza femminile, evoco i personaggi del poema, li racconto: sono voci, corpi e sembianze diverse in metamorfosi continua. Cavaliere narrante e attore errante. Sempre con ironia, però. Che era fondamentale nell’Ariosto e lo è anche nel nostro spettacolo».
Chi è Orlando?
«Il più retto dei cavalieri, il più nobile e il più giusto. Per questo quando cade, cade da più in alto di tutti».
Uno dei due figli avuti da Laetitia Casta si chiama Orlando. Un omaggio all’Ariosto?
«In verità no. Ci piaceva molto il nome, nessuna citazione. Però quando è venuto a vedere lo spettacolo, ogni volta che dicevo il nome «Orlando» dalla platea alzava la mano».  
Il cinema resta comunque il suo primo amore. Progetti a breve termine?
«Sto finendo di girare la fiction «Il Clan dei camorristi» e ne ho in preparazione un’altra per Sky su Tangentopoli. Come vedete i temi non sono leggerissimi».
E per il grande schermo?
«Sto girando in questi giorni il film di un giovane esordiente, Dabiele Zucca, che si intitola “Terza categoria”. Ma ora c’è il palco». .

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO