Parco della Resistenza, Montanari: "Subito lavori e riapertura in settimana"
di Anita Sacconi

Parco della Resistenza, Montanari: "Subito lavori e riapertura in settimana"

Erba alta, rifiuti urbani, bivacchi notturni. Una situazione di incuria e degrado che dura da oltre un mese. E che dallo stesso tempo sbarra i cancelli del parco della Resistenza, nel pieno centro di Roma. Dal 10 giugno scorso il giardino pubblico di via Marmorata, a Testaccio, e la sua area giochi dedicata anche ai bambini disabili, è chiuso per motivi di sicurezza e versa in stato di totale abbandono. L'erba alta un metro non viene tagliata da mesi, gli alberi pericolanti ripetutamente cadono a terra, oltre a sporcizia e rifiuti che regolarmente sporcano il prato. 

Per il resto nessun intervento: non viene raccolta la spazzatura, non viene curato il verde e approfittando della chiusura, ubriachi e senzatetto si introducono nel giardino e dormono nell'area giochi. I cittadini, che da giorni chiedono un intervento urgente per ripristinare il decoro, denunciano Municipio e Comune. Ma adesso una risposta arriva dal Campidoglio: «Il parco sarà riaperto entro una settimana», fa sapere l'assessore comunale all'Ambiente, Pinuccia Montanari. 

«È in programma per questa settimana lo sfalcio dell'erba e soprattutto l'intervento straordinario di pulizia con i Pics. Non appena sarà terminato il parco verrà riaperto - dice - Io spero anche prima della fine della settimana: confido che tra Servizio giardini, Ama e Pics il 21 luglio il giardino sia di nuovo aperto al pubblico». Dunque, sembra scongiurata l'ipotesi di una possibile riapertura dopo l'estate, in vista della ricorrenza dell'8 settembre. In quell'occasione, infatti, il Capo dello Stato si reca al Parco per deporre una corona in ricordo dei martiri della Resistenza al nazifascismo ed è di fatto l'unica volta nel corso dell'anno nella quale si fa manutenzione. 

«L'iniziativa rientra tra gli interventi straordinari di bonifica che stiamo facendo nei parchi. Ne abbiamo già eseguiti 60», aggiunge l'assessore, ricordando che il parco sarà anche sorvegliato speciale: «Dopo la bonifica del giardino - spiega Montanari - saranno attivati dei controlli serali: dopo la chiusura dei cancelli le pattuglie dei Pics monitoreranno che nessuno entri dentro e che al mattino sia fruibile in modo sicuro e decoroso». 
Lunedì 17 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 09:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME