Lancia coltello contro la ex incinta,
poi l'aggredisce con calci e pugni:
romeno arrestato alla Borghesiana

Lancia coltello contro la ex moglie incinta, poi calci e pugni: trentenne arrestato alla Borghesiana

Si è consumata in pochi secondi l’aggressione ai danni di una ragazza romena in zona Borghesiana. L’autore, l’ex marito, ha iniziato prendendo a calci la sua macchina. Da lì è stato un crescendo: prima le ha lanciato un coltello, poi, con un pugno, ha infranto il vetro della finestra, tirando sassi. Ma non si è fermato. Si è introdotto in casa e, dopo averla colpita con calci e pugni, ha raccolto il coltello finito in terra e glielo ha puntato alla gola, minacciandola di morte. Poi, prima dell’intervento della pattuglia della Polizia di Stato del Commissariato Prenestino, la fuga. Solo dopo aver soccorso e ascoltato la giovane, per altro in gravidanza, gli agenti hanno scovato l’uomo, feritosi con un vetro, al pronto soccorso del Policlinico Casilino. 31 anni, K.G., romeno, con numerosi precedenti di polizia, è stato arrestato. Dovrà rispondere dinanzi all’autorità giudiziaria, di lesioni personali, maltrattamenti in famiglia, danneggiamento. I medici, invece, hanno giudicato guaribile la donna e il figlio, colpito da un sasso mentre si trovava in casa con lei, in 10 e 4 giorni.
Venerdì 30 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME