Forza Nuova, il 28 ottobre la marcia su Roma. Ira Anpi. Minniti blocca tutto: "Non si farà"

Forza Nuova, il 28 ottobre la marcia su Roma. Ira Anpi. Minniti blocca tutto: "Non si farà"

Forza Nuova tira dritto nonostante i divieti: con un post sul proprio account Facebook la formazione di estrema destra conferma la "marcia su Roma" annunciata per il 28 ottobre, proprio in concomitanza con il 95esimo anniversario della marcia di Mussolini.

L'appuntamento per i nostalgici del ventennio fascista è nel quartiere romano delll'Eur, davanti al Palalottomatica, per un corteo la cui partenza è fissata per le 16. Il sei settembre era stata la stessa sindaca Virginia Raggi a dire chiaramente che la "marcia su Roma" di Forza Nuova non ci sarebbe stata. Contro la marcia si era espresso anche il Viminale e la Questura di Roma non aveva parlato di autorizzazione. 

"CI SAREMO COMUNQUE"  «Il 28 ottobre saremo comunque in piazza. Manifesteranno tutti gli italiani che amano davvero la patria». Lo ha detto il segretario nazionale di Forza Nuova Roberto Fiore, in merito all'annuncio del ministro Marco Minniti che non verrà autorizzato il corteo richiesto dal movimento. «Il modo in cui sta agendo il ministro Minniti è altamente irrituale - ha aggiunto - la legge prevede che sia il questore ad esprimersi in base al contenuto del preavviso che abbiamo presentato». 




«Lo Stato antifascista deve intervenire per bloccare la marcia su Roma. Non si tratta più di semplici boutade ma di un piano eversivo che va sconfitto», interviene il presidente romano dell'Anpi, Fabrizio De Sanctis. «Questo Stato dovrebbe essere pienamente antifascista, sorretto da una costituzione antifascista - spiega - Noi come Anpi abbiamo incontrato associazioni e partiti per organizzare una serie di iniziative ma lo Stato deve intervenire».

MINNITI: NON CI SARÀ Non ci sarà né la marcia su Roma né altra manifestazione di Forza Nuova. Lo ribadisce il ministro dell'Interno Marco Minniti. «Con le motivazioni da me già espresse in Parlamento - afferma - ho già dato disposizione al questore di Roma di non concedere l'autorizzazione per la manifestazione promossa da Forza Nuova a Roma il prossimo 28 ottobre».

FIORE: TEMA È COSTITUZIONALE «Ho consegnato la comunicazione necessaria per l'autorizzazione con un percorso non centrale, ma che definirei 'romanissimo'. Il tema del corteo si potrebbe definire costituzionale: accoglie le preoccupazioni di tanti che vedono le libertà degli italiani restringersi sempre di più, mi riferisco al diritto di criticare l'invasione e le continue discriminazioni antitaliane». Così il segretario di Fn Roberto Fiore sulla pagina Facebook dell'organizzazione ricordando anche le «tante adesioni da tutta Italia al corteo». 
Giovedì 12 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-10-12 14:41:30
Governo ridicolo. Forza Nuova è un partito democratico, dallo statuto democratico e che partecipa regolarmente alle elezioni in maniera identica a tutti gli altri partiti. Se fosse stato un partito fascista, sarebbe stato sciolto da tempo, ed invece è ancora qui, con consiglieri comunali eletti. Forza Nuova non ha mai provocato disordini durante le manifestazioni, mentre le Forze dell'Ordine presenti hanno sempre dovuto tenere a bada i "pacifici" antagonisti dei centri sociali, che lanciavano pietre e bottiglie incendiarie, che spaccavano le vetrine dei negozi dei poveracci e bruciavano le macchine dei lavoratori. Quindi, non c'è ragione di vietare il corteo, a meno che non si voglia farlo dittatorialmente per timore del consenso popolare che Forza Nuova raccoglie perché dice la verità. Forza Nuova non ha milioni di attivisti, e non sono ne armati, ne violenti, e sono tutti padri di famiglia, operai e studenti: di cosa ha paura il non-eletto governo "democratico"? Che il popolo capisca che il vero regime è quello del PD, asservito alle banche e al dispotismo europeo, affamatore del popolo italiano e coinvolto nel traffico dei clandestini?
DALLA HOME