Dirigente d'azienda spara alla compagna-spogliarellista e poi si uccide. "Lei voleva lasciarlo"

  • 253
    share
TORINO - Fa la spogliarellista in un nightclub di Torino, l'ungherese di 31 anni ferita questa mattina da un italiano di 45 anni che si è poi suicidato. Ricoverata all'ospedale Cto, i medici hanno accertato che la donna non è stata raggiunta dai proiettili sparati dall'uomo con una semiautomatica Tanfolio, la stessa arma che ha poi rivolto verso se stesso. Riporta, infatti solo escoriazioni alla testa e lesioni superficiali guaribili in trenta giorni. L'ungherese è sveglia e cosciente e, non appena i sanitari daranno l'autorizzazione, sarà ascoltata dagli investigatori della polizia.
 
 


Innamorato. Si era invaghito della donna ungherese che ha ferito, l'uomo di 45 anni, dirigente di una azienda nel ramo della grande distribuzione, e originario di Rho. È questa l'ipotesi degli investigatori, che stanno ricostruendo i motivi della tragedia ascoltando le testimonianze di alcuni conoscenti. A quanto si apprende, la donna avrebbe voluto chiudere il rapporto.


Domenica 13 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME