Arriva Lee, l'uragano "zombie": sembrava indebolito, ma è rinato e adesso fa paura

Arriva Lee, l'uragano "zombie": sembrava indebolito, ma è rinato e adesso fa paura

Dopo Jose e Maria, si prepara l'uragano 'zombie'. Si chiama Lee e mentre i suoi predecessori devastavano le isole caraibiche sembrava avere drasticamente perso la sua intensità. Adesso, invece, è tornato alla riscossa: è appena diventato di categoria 2 e sono previsti cambiamenti nelle prossime 48 ore, anche se non al punto da fare paura.

I satelliti Aqua e Terra della Nasa lo hanno fotografato mentre si muove sull'Atlantico. L'uragano, nei giorni scorsi, aveva incontrato una zona di bassa pressione, si era indebolito e si era fermato tranquillo al centro dell'Oceano Atlantico. Tuttavia adesso sembra essersi 'riorganizzato': è rinato e per questo è stato definito l'uragano «zombie».

Per adesso Lee è di piccola intensità: il Centro Nazionale Uragani degli Stati Uniti oggi lo ha classificato di categoria 2, nella scala da 1 a 5, che li classifica per la forza. Lo accompagnano venti vicini ai 150 chilometri orari e temporali. L'uragano si sta muovendo verso ovest e si prevede possa spostarsi verso nord-est entro il 28 settembre, ma dovrebbe proseguire in quella direzione restando sull'oceano. 
Martedì 26 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME