Il clochard eroe dell'attentato di Manchester nei guai: ecco cosa è successo

Il clochard eroe dell'attentato di Manchester nei guai: ecco cosa è successo

  • 32
    share
La storia di Chris Parker, il clochard che fu tra gli eroi dell'attentato della Manchester Arena dello scorso 22 maggio, ha fatto il giro del mondo; sembra destinata a far altrettanto scalpore la notizia che il senzatetto che soccorse per primo le vittime dell'attacco al termine del concerto di Ariana Grande sia stato ufficialmente indagato.



Chris Parker, 33enne senza fissa dimora che stava dormendo nei pressi del luogo della strage rivendicata dall'Isis, divenne famoso per aver estratto i chiodi dai volti e dalle braccia delle vittime, più o meno giovani. Tra queste c'erano anche Sorrell Leczkowski, 14enne rimasta uccisa dalla deflagrazione, e sua nonna Pauline Healey, che è rimasta in coma per qualche settimana. Ora il clochard, che aveva detto di agire per puro istinto e che aveva ricevuto diverse offerte benefiche e di lavoro, risulta accusato di aver rubato la carta di credito di Pauline Healey mentre la donna, gravemente ferita e priva di sensi, giaceva a terra nel piazzale antistante la Manchester Arena. Lo riporta Metro.co.uk.
Mercoledì 16 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME