Regeni, i legali denunciano: «Autorità egiziane vogliono farci chiudere»

Regeni, i legali denunciano: «Autorità egiziane vogliono farci chiudere»

l Coordinamento egiziano dei diritti e le libertà (Ecfr), che sostiene gli sforzi della famiglia Regeni per ottenere la verità sulla morte del figlio Giulio, denuncia il tentativo di «intimidazione» delle autorità egiziane, con una «visita a sorpresa nell'ufficio di Ecfr con l'obiettivo di chiuderlo». In una nota, l'Ecfr spiega che funzionari «dell'autorità per le Investigazioni - accompagnati dalla sicurezza nazionale e da poliziotti - sono entrati nel loro ufficio spiegando di doverlo chiudere e tentando di mettere un sigillo alla porta». I legali presenti hanno replicato che la chiusura dell'ufficio era «illegittima perché la loro ong opera in conformità con la legge egiziana. I funzionari sono andati via ma hanno affermato che sarebbero tornati presto». Nella nota si aggiunge che Paola e Claudio Regeni e il loro avvocato Alessandra Ballerini hanno commentato: «Ancora una volta, sembra che la libertà e la sicurezza di coloro che ci aiutano a fare luce sulla morte di Giulio sia a rischio».

Nella nota si ricorda ancora che nell'ottobre 2016, un'altra commissione dell'Autorità per le Investigazioni aveva fatto una visita a sorpresa simile. Per l'ong «questa visita è un altro tentativo di mettere sotto silenzio la società civile in Egitto. La tempistica della visita non è una coincidenza, perché meno di un mese fa, ECRF ha pubblicato la sua relazione annuale sulle sparizioni forzate in Egitto. Il rapporto ha documentato 378 casi tra il mese di agosto 2016 ed il mese di agosto 2017 e ha etichettato gli apparati egiziani di sicurezza come l'attore principale di queste violazioni. Inoltre, il 5 settembre 2017, il governo egiziano ha bloccato il sito web di ECRF». ECFR ricorda inoltre che «non è una coincidenza il fatto che i suoi legali vedranno presto i familiari di Giulio Regeni per continuare ad aiutarli nell'indagine»

Giovedì 21 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 22:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME