Pensioni, ecco come funzionerà l'Ape: prestito di 20 anni, tasso 2-5% -Scheda

Pensioni, ecco come funzionerà l'Ape: prestito di 20 anni, tasso tra 2-5% -Scheda

  • 175
    share
Pensioni, ecco come funzionerà l'Ape volontaria, che a breve sarà sdoganata con un decreto ad hoc, a cui seguirà un accordo tra governo, banche e assicurazioni. I capisaldi dello strumento sono però già stati previsti con la scorsa legge di Bilancio. Il decreto sull'Anticipo pensionistico (Ape) volontario, con 63 anni e 20 di contributi, pagando una rata sul prestito, è pressoché pronto. Il testo è stato modificato raccogliendo diverse osservazioni del Consiglio di Stato. Tra i suggerimenti c'è il riconoscimento della retroattività della misura, a partire dal 1 maggio per chi ne abbia i requisiti e lo domandi. Su questo il governo è al lavoro per inserire la clausola, ultimo nodo da sciogliere prima di chiudere il provvedimento, che dovrebbe essere firmato a giorni, per diventare operativo a settembre. 

- I REQUISITI PER ACCEDERE: Al momento della richiesta bisognerà avere almeno 63 anni di età, 3 anni e sette mesi di distanza massima dalla pensione di vecchiaia, 20 anni di contributi).

- LA RATA PER IL PRESTITO: Chi vorrà usufruire dell'anticipo pensionistico volontario pagherà una rata sulla pensione netta futura da un minimo del 2% fino al 5-5,5% medio annuo, ma il valore netto sarà inferiore grazie al credito d'imposta previsto in legge di Stabilità (che può arrivare fino al 50% dell'interesse sul finanziamento e sul premio). L'obiettivo sarebbe arrivare a un Taeg pari al 3,2%.

- L'ITER PER ACCEDERE ALL'APE: Una volta chiesta la certificazione della pensione futura all'Inps il lavoratore avrà informazioni su banche e assicurazioni aderenti all'iniziativa e sottoscriverà online la proposta e la quantità prescelta di Ape.

- IL PRESTITO, LA DURATA E LE CLAUSOLE: La somma d'anticipo viene erogato in rate mensili mentre all'età di vecchiaia l'Inps erogherà la pensione al netto della rata di ammortamento inclusiva di restituzione del capitale, interessi e assicurazione. Se il pensionato muore prima di aver finito di restituire il prestito l'assicurazione paga il debito residuo e l'eventuale reversibilità viene corrisposta senza decurtazioni. Dopo 20 anni dal pensionamento si completa la restituzione e la pensione torna al livello normale.

- IL BACINO, QUASI MEZZO MLN DI LAVORATORI: La platea potenziale per l'Ape volontaria secondo le stime del governo sarà di 300.000 persone nel 2017 e di 115.000 nel 2018. 
Sabato 12 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME