Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Sabato 6 Febbraio 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS
FLASH NEWS

Roma, bimbo di 3 anni soffocato dal wurstel
all'Ikea. "Resta sedato, è in terapia intensiva"

COMMENTA
L'Ikea a Porta di Roma

ROMA - Un bimbo di 3 anni è in gravi condizioni per un un malore avuto mentre era al ristorante dell'Ikea, al centro commerciale Porta di Roma.
Era andato con la mamma a fare compere ed ora si ritrova a lottare tra la vita e la morte su un lettino d'ospedale.  Per 40 lunghi minuti, secondo quanto trapela da fonti sanitarie, è rimasto senza respirare, nonostante le manovre di disostruzione praticate prima dalla squadra di primo soccorso del punto vendita e poi dai sanitari del 118 che hanno praticato anche le procedure per rianimarlo. Ora è ricoverato in «condizioni disperate» nel reparto di terapia intensiva pediatrica del policlinico Gemelli, guidato dal primario Giorgio Conti. «Il piccolo respira autonomamente ed ha battito regolare - specificano i medici - ma resta in prognosi riservatissima ed è ancora in pericolo di vita».  "È SEDATO, TERAPIA IN CAMERA IPERBARICA" Sono stabili le condizioni del bimbo di tre anni ricoverato in Terapia Intensiva al Policlinico Gemelli, dopo aver rischiato il soffocamento ieri all'interno di un ristorante Ikea a Roma. Il piccolo è sedato e costantemente monitorato dai medici. Il bimbo stava mangiando un hot dog quando, a causa di un pezzetto di wurstel, ha rischiato il soffocamento.  Superata la notte nel reparto di terapia intensiva neonatale del policlinico universitario Agostino Gemelli, la prognosi resta riservatissima. Da ieri sera alle 19 è sottoposto a ossigenoterapia in camera iperbarica dove resterà per 48 ore. Ciò al fine di tutelare gli organi vitali ed in particolare il cervello. Al termine delle 48 ore sarà progressivamente riportata la temperatura del piccolo alla normalità. Solo a conclusione di tale terapia i medici potranno valutare come reagirà il corpo del bambino, in particolare cervello e cuore, nonché le sue condizioni di salute effettive e gli eventuali danni riportati. Ciò dovrebbe avvenire non prima di lunedì.  È ora di pranzo quando la mamma ed il piccolo decidono di fermarsi a mangiare un boccone al bistrot Ikea del grande centro commerciale su via della Bufalotta. All'improvviso un pezzo del wurstel dell'hot dog blocca la respirazione al bambino che va subito in affanno. «Una scena drammatica», raccontano i testimoni. «Ricordo ancora adesso le urla di disperazione della madre - dice Maria - mentre tutto il personale di Ikea era in lacrime. Nessuno però sapeva cosa fare, una scena di panico generale senza nessuno che sapesse praticare la disostruzione». L'azienda si difende spiegando che le manovre sono state praticate dagli «addetti della squadra di primo soccorso». «Ai primi segni di soffocamento - spiega in una nota Ikea Italia - il responsabile di turno del negozio ha richiesto immediatamente il soccorso del 118 e contemporaneamente veniva richiesto, con altoparlante, l'intervento dei medici presenti in negozio. Nel frattempo intervenivano gli addetti della squadra di primo soccorso che effettuavano la manovra di disostruzione».  Sono minuti di disperazione quelli che trascorrono al centro commerciale, mentre i sanitari del 118 ingaggiano una vera e propria lotta contro il tempo nel dedalo di stradine del parcheggio sotterraneo. Gli operatori sono costretti a portare la barella a mano per diverse centinaia di metri, prima di raggiungere il bimbo. Al loro arrivo praticano le manovre di disostruzione e rianimazione poi corrono a sirene spiegate verso l'ospedale Villa San Pietro, dove però le condizioni del piccolo si aggravano. Per questo si rende necessario il trasferimento al policlinico Gemelli. La giovane mamma del bambino non crede ancora a quanto sta accadendo e continua a sussurrare all'orecchio del figlio le sue canzoncine preferite con la speranza di rivederlo presto sorridere.


DIVENTA FAN DI LEGGO



0 commenti presenti

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui